Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Colpiscono in genere i soggetti più giovani, fra i 15 e i 45 anni. Sono le Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (MICI), la malattia di Crohn e la rettocolite ulcerosa. Malattie che richiedono un approccio di terapia multidisciplinare, medica e chirurgica molto rigoroso e complesso. Tutti temi e problematiche che veranno affrontati domani sabato 18 novembre con inizio alle 9,30 nell’aula magna “Vignola” dell’Ospedale Cervello nel corso di un incontro fra medici e pazienti, organizzato dalla Amici Onlus, associazione costituita da persone affette dalle due malattie e dai loro familiari. Sarà un momento di confronto diretto nel corso del quale veranno sviluppate le ultima novità diagnostiche e di cura. L’incontro sarà moderato dal professor Mario Cottone, Direttore dell’Unità operativa complessa Medicina II dell’Azienda ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello e dalla dr.ssa Adele Bucalo, Direttore scientifico del dipartimento italiano del Centro internazionale di psicosomatica. Fra i relatori, Antonella Zolfo, segretario nazionale di Amici onlus; Gaspare Solina, Dirigente medico di Chirurgia generale dell’Azienda; Maria Grazia Mortillaro, psicologa e psicoterapeuta presso l’ambulatorio della malattie infiammatorie croniche intestinali dell’Azienda; Daniela Scimeca, Dirigente medico gastroenterolologo dell’Azienda; una paziente, Bruna Casadei che parlerà della sua rinascita.

Ancora una volta la nostra azienda si dimostra in grado di mantenere la gloriosa tradizione dell’allora Ospedale Cervello, ai vertici nazionali in ambito gastro-enterologico. Sono fiero e ringrazio i nostri sanitari per essere capaci di mantenere un ruolo da leader, in aiuto di persone con una malattia complessa. Una sanità amica, vicina a chi ne ha bisogno” commenta il Commissario dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello Maurizio Aricò.