Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 11
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    11
    Shares

 

SEQUESTRATA SOSTANZA STUPEFACENTE DEL TIPO COCAINA, HASHISH E MARIJUANA.

 La Polizia di Stato ha tratto in arresto i palermitani FAIA Giovanni, di anni 53, pluripregiudicato in atto sottoposto alla detenzione domiciliare, CASTIGLIONE Benedetta, di anni 55  e MANZO Claudio, di anni 21, pregiudicato, tutti residenti nel quartiere Brancaccio, responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente.

I Poliziotti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Palermo,  nell’ambito di mirate attività investigative volte al contrasto del fenomeno dello spaccio di stupefacenti, ieri mattina, hanno sottoposto ad un controllo FAIA Giovanni, sospettando che l’uomo, nonostante fosse sottoposto alla detenzione domiciliare, detenesse all’interno della sua abitazione sostanze stupefacenti destinate a terzi spacciatori, per la successiva vendita al minuto.

Proprio in prossimità dell’ingresso del suo domicilio, mentre FAIA apriva la porta agli agenti, una donna in vestaglia ha tentato di guadagnare la fuga attraverso un’uscita posteriore dell’appartamento, ma è stata immediatamente bloccata dai poliziotti che, predisponendosi lungo il perimetro dell’abitazione, avevano precluso ogni possibile via di fuga. La donna, identificata per CASTIGLIONE Benedetta, ha consegnato spontaneamente un involucro contenente 5 bustine in cellophane trasparente, ognuna della quali conteneva a sua volta 20 dosi di cocaina, già singolarmente confezionate e 15 stecche di hashish avvolte con carta stagnola.

La successiva perquisizione effettuata all’interno dell’abitazione di FAIA Giovanni ha permesso di rinvenire, occultata all’interno di uno stipetto della cucina, la somma di  1665,00 euro e un block notes riportante dati numerici riferiti, verosimilmente, alle vendite di droga.

Gli agenti, successivamente, si sono recati nell’adiacente appartamento della CASTIGLIONE, per effettuarvi una perquisizione. Al suo interno era presente un giovane, il quale, alla loro vista, ha tentato di dileguarsi attraverso una porta posteriore. Bloccato immediatamente e identificato per MANZO Claudio, il giovane è stato perquisito: all’interno delle mutande nascondeva un sacchetto contenente la somma di 1720,00 euro e un involucro in cellophane contenente 4 infiorescenze di marijuana.

Contestualmente, gli agenti, con l’ausilio e il formidabile fiuto del cane antidroga “Dream”, hanno rinvenuto in una stanza dell’appartamento, nascosta tra le doghe di un letto, un sacchetto con all’interno 78 dosi di cocaina singolarmente confezionate, un panetto di hashish del peso di 96 grammi e tre stecche della stessa sostanza del peso 14,5 grammi ciascuna.

Gli ulteriori acceramenti sulla sostanza stupefacente, attraverso narcotest, hanno certificato la natura delle sostanze rinvenute in cocaina, hashish e marijuana.