Romina Di Blasi
Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Dopo il grande successo della prima stagione concertistica organizzata dall’associazione culturale Bequadro con il patrocinio del Comune di Bagheria, si fa il bis.

L’amministrazione comunale, per il tramite dell’assessore alla Cultura e Spettacolo Romina Aiello sposa nuovamente l’iniziativa dell’ associazione Bequadro e del suo direttore artistico Salvatore Di Blasiper l’organizzazione della seconda edizione della stagione concertistica che ha animato con musica e concerti di grande spessore diverse serate bagheresi.

Ospitata nelle suggestive ville settecentesche e  cornici architettoniche di Bagheria, la stagione concertistica che ha visto 14 concerti , con cadenza mensile, distribuiti nel corso del  2017, si prepara appunto a bissare ed anzi ad imparare dalla prima esperienza per proporre un nuovo calendario con ospiti internazionali ma mando spazio anche al territorio.

A tal proposito gli organizzatori hanno chiesto all’amministrazione di attivare un indirizzo mail istituzionale, il seguente: stagio-concertistica@comune.bagheria.pa.it al quale musicisti, cantanti ed artisti del territorio possono inviare una proposta concertistica che verrà vagliata dall’equipe di Bequadro.

Quando il calendario sarà pronto, come accaduto per l’anno in corso, verrà presentato alla città mediante una apposita conferenza stampa.

«La prima stagione concertistica Città di Bagheria è stata un successo, non solo sotto il profilo musicale, facendo convergere nella nostra città musicisti di spessore ma anche dal punto di vista promozionale perché ha creato un indotto turistico che ha reso nota Bagheria a chi non la conosceva, aprendo le porte di alcuni palazzi e ville storiche e gustando le prelibatezze della nostra cucina per coloro che soggiornavano qui in occasione dei concerti» – a sottolinearlo l’assessore Aiello che auspica una fitta collaborazione con Bequadro ed un successo ancora più grande per la futura stagione che si andrà a realizzare.

«La stagione di concerti ha registrato una  partecipazione di circa 7 mila presenze a Bagheria» – spiega il direttore artistico Di Blasi – che sottolinea che «il tutto si è organizzato anche senza che da parte del pubblico partecipante venisse pagato alcun biglietto di ingresso. Le spese della manifestazione  infatti sono state tutte a carico della dell’associazione Bequadro con il supporto del Comune che ha messo a disposizione gratuitamente le ville storico ed i luoghi dove si sono svolti i concerti e la promozione».

Con l’occasione si ricorda l’appuntamento di domani sera, venerdì 24 novembre, alle ore 21 a palazzo Aragona Cutò per il concerto di Mandolini eseguito dall’orchestra a plettro del Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo, diretto da Emanuele Buzi.