Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Codice Antimafia passato ai raggi X, con le sue luci (il rafforzamento del contrasto patrimoniale) e le sue ombre (l’equiparazione incompleta tra corrotti e mafiosi) è al centro dell’incontro previsto alla Facoltà di Giurisprudenza di Palermo, nell’aula A.A. Romano, lunedì 4 dicembre alle ore 15:30, organizzato dall’associazione Memoria e Futuro e da ContrariaMente con il contributo della rivista Segno e delle associazioni Libertà e Giustizia e Fuori dal Coro.

Dopo il saluto dell’on. Adriana Laudani, presidente di Memoria e Futuro, del nuovo Codice approvato lo scorso 27 settembre, discuteranno l’on. Giulia Sarti (M5S, Commissione parlamentare antimafia), il sen. Giorgio Pagliari (Pd, relatore in commissione Giustizia), il prefetto Ennio Mario Sodano, direttore dell’Agenzia dei Beni Confiscati, il docente di diritto amministrativo Nicola Gullo e il sostituto procuratore generale presso la Cassazione Antonio Balsamo. Moderano l’incontro Giorgio Mannino (Memoria e Futuro) ed Edoardo Ferreri (ContrariaMente – Rum).