Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

Non si arresta il continuo monitoraggio ad opera della Questura di Palermo, al fine di contrastare il dilagante fenomeno di degrado urbano dell’esercizio illecito dell’attività di posteggiatore  o guardiamacchine, da parte di numerosi soggetti (italiani e stranieri) tavolta già noti alla Polizia per specifici pregiudizi in ordini a reati di microcriminalità.

Per motivi di sicurezza il Questore di Palermo ha emesso dei “DASPO URBANO”  a carico di altri sette parcheggiatori abusivi, recidivi nelle loro condotte antisociali  che quotidianamente impedivano la libera fruizione  di infrastrutture pubbliche con ripercussioni pericolose sulla sicurezza e l’incolumità delle persone.

Ai destinatari dei DASPO, il Questore di Palermo  ha così vietato l’accesso a specifiche aree e strade della città per un periodo  di sei mesi dalla notifica, con l’avvertenza che in caso di inottemperanza al divieto imposto si procederà secondo legge con denunce all’Autorità Giudiziaria e con la possibile adozione di più incisive  misure di restrizione della libertà personale.

Tra le aree urbane interdette si segnalano piazza delle Cliniche, via Macchiavelli, via Giordano e le zone che ricadono nelle immediate vicinanze dell’Ospedale Policlinico, l’area capolinea dei Terminal di linea urbana AMAT di piazzale Giotto, piazza Politeama.