Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  8 – 9 – 10 dicembre

ZAMPOGNE DAL MONDO

Rassegna Internazionale di Musiche e Strumenti Popolari
con i gruppi

GAITA-DE-FOLES (Portogallo) –  GLUE POT PIPERS (Irlanda) – KARSHIAKA (Macedonia) – NODAS ANTIGAS (Sardegna) – VALLE DI COMINO (Lazio) – VIETAKH (Bielorussia) – SUONI (Basilicata) –  ZAMPOGNARI DI MONREALE (Sicilia)

 

venerdì 15 dicembre ore 18
Teatro Gebel Hamed

CONCERTO “DAL MONTE AL MARE”

Musica in Avvento che racconta la vita
con Theresia Bothe alla voce, Camillo Di Liberti al violino e flauto, Yvonne Zehner alla chitarra

L’Avvento è un periodo che ci prepara per il Natale, il concerto propone musica antica e nuova per meditare sulla vita e festeggiarla.

La voce del gruppo è Theresia Bothe, canadese. Ha studiato musica in Messico, in Inghilterra e in Germania dove si è laureata “Cantante professionista e insegnante di canto”, specializzata nel repertorio barocco, rinascimentale e medioevale.

Camillo Di Liberti, siciliano, diplomato in violino presso il Conservatorio di Musica “A.Scontrino” di Trapani. Ha svolto un’intensa attività concertistica con l’orchestra dell’Istituto rivestendo il ruolo di primo violino. Ha partecipato a diverse Masterclass sia in Italia che all’estero. Ha suonato nella città del Vaticano per Papa Wojtyla.

Yvonne Zehner nasce a Salisburgo dove si accosta alla chitarra classica all’età di dodici anni per poi proseguire gli studi a Basilea, con il maestro Oscar Ghiglia, e a Rio De Janeiro con il Maestro Nicolas de Souza. Si è esibita da solista e musicista da camera in alcuni paesi dell’Europa, dell’Asia e dell’America Latina. Numerose produzioni documentano il suo lavoro artistico.

 

16, 17 dicembre

Teatro Gebel Hamed
ERICE LABORATORIO CINEMA

sabato 16 ore 18:00

Proiezione cortometraggi Cinemadamare e presentazione della webserie “Red Rabbit”

domenica 17 ore 18:00
Presentazione del film “L’ORDINE DELLE COSE”

con il regista Andrea Segre ed il direttore della Sicilia Film Commission Alessandro Rais

Anche il festival CinemadaMare torna nel borgo medievale, per presentare i migliori cortometraggi realizzati la scorsa estate ad Erice. Nel periodo estivo Erice ha ospitato, per il secondo anno consecutivo, una delle tappe (l’unica in Sicilia) di “CinemadaMare/Travelling Campus”, festival internazionale e itinerante giunto alla sua XV edizione, il più grande raduno di giovani filmmaker del mondo (65 nazioni presenti) che si svolge in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e altre 27 Università e Scuole di cinema del mondo.

Sono 100 i filmmaker che, nel periodo estivo, si sono dati appuntamento ad Erice per una settimana ed hanno realizzato 18 short film, alcuni dei quali saranno proiettati nel contesto di ERICèNATALE. Il cortometraggio “Cafè do Brazil” della trapanese Flaminia Trapani in ex aequo con “When the times comes” del bulgaro Yoan Pavlov Slavov hanno vinto il premio come migliori film della “Weekly Competition” a Erice. Sarà l’occasione per presentare anche “Red Rabbit“, la web serie girata ad Erice, nata a partire dal tema, di grande attualità, degli sbarchi e dell’emergenza migranti. L’Italia, nel futuro distopico immaginato in questa fiction, finisce infatti sotto dittatura, mentre l’Africa diventa la terra d’approdo verso la quale tutti cercano di fuggire. La regia è del giovane americano Travers Jacobs, che vive e lavora a Los Angeles.

Sarà proiettato il film “L’ordine delle cose” di Andrea Segre, sociologo e documentarista tra i più apprezzati, che torna al lungometraggio per raccontare sul grande schermo le tensioni e la crisi d’identità dell’Europa alle prese con un fenomeno sempre più controverso come quello dell’immigrazione. Nel cast Paolo Pierobon, Giuseppe Battiston, Valentina Carnelutti, Olivier Rabourdin, Yusra Warsama, Roberto Citran e l’attore siciliano Fabrizio Ferracane. Il film è stato cofinanziato dalla Regione Siciliana / Sicilia Film Commission, nell’ambito del progetto “Sensi contemporanei” ed è stato presentato alla 74ma Mostra del Cinema di Venezia.

 

giovedì 21 dicembre ore 18
Chiesa di San Giuliano

MARIO INCUDINE: “E SCINNIU LA NOTTI…”

viaggio nelle pastorali e nei repertori del Natale in Sicilia
con Mario Incudine, Francesca Incudine, Antonio Vasta

Mario Incudine è un cantante siciliano, attore teatrale, polistrumentista e grande esponente della musica popolare siciliana.

Lo spettacolo dal titolo “E Scinniu la Notti…” rappresenta un vero e proprio viaggio nelle pastorali e nei repertori del Natale. Canti e tradizioni natalizie saranno reinterpretati in chiave etnica, alla riscoperta delle radici e della lingua dialettale siciliana, dal poliedrico artista siciliano che sarà accompagnato dalla sorella, Francesca Incudine, alle percussioni e ai cori, e dal maestro Antonio Vasta.

 

sabato 23 dicembre ore 18
Chiesa di San Martino

UNAVANTALUNA: “NOVI JORNA NOVI MISI”

frammenti di un oratorio popolare
musiche: Unavantaluna – testi: Gaspare Balsamo
con Pietro Cernuto, Francesco Salvadore, Carmelo Cacciola, Luca Centamore, Gaspare Balsamo

Unavantaluna è un ensemble di musicisti siciliani composta da Pietro Cernuto, Francesco Salvadore, Carmelo Cacciola e Luca Centamore.

“Novi jorna Novi Misi” è uno spettacolo che, con la partecipazione dell’attore Gaspare Balsamo, coniuga due linguaggi artistici tipici della matrice culturale siciliana: la musica popolare e la narrazione epica. Tra passato e presente, gli artisti porteranno sulla scena le musiche tradizionali siciliane del Natale, con la memoria della Novena come simbolo di religiosità e di fede – che richiama alla gestazione ed alla esperienza della maternità – ed il racconto contemporaneo di una famiglia di migranti (un uomo e una donna incinta) separati durante il viaggio e la traversata per raggiungere la Sicilia.

Lo spettacolo è accompagnato dai suoni della zampogna a paro, il friscaletto, le percussioni, il lauto cretese, le chitarre.

 

martedì 26 dicembre ore 18
Chiesa di San Giuliano

RECITAL “GIUSEPPE, MARIA E LE LUCI DA LONTANO”

di e con Jolanda Piazza

Liberamente ispirato a “In nome della madre” di Erri De Luca, il recital narra la storia sacra di Miriam di Nazareth, la sua gravidanza misteriosa, l’amore e il coraggio di Iosef, la loro fede, il loro viaggio fino alla nascita di Gesù, colui che travolge ogni costume e ogni legge. Il monologo di Miriam verrà impreziosito da momenti musicali eseguiti dal vivo.

Il ruolo di Miriam è affidato all’attrice trapanese Jolanda Piazza che ha anche curato i testi del recital.

 

mercoledì 27 dicembre ore 18

Teatro Gebel Hamed

SULLE ALI DELL’ARMONIA
concerto per chitarra con Alberto Arceri

Alberto Arceri, giovane trapanese, dopo il diploma in chitarra classica presso il Conservatorio di musica “A. Scontrino” di Trapani, ha conseguito la laurea in Discipline Musicali presso l’Istituto Superiore “Vincenzo Bellini” di Caltanissetta. Ha seguito corsi di perfezionamento e master class interpretativi con chitarristi come Philip Villa e Adriano De Sal. È docente di chitarra presso le scuole medie ad indirizzo musicale della provincia di Trapani.  Eseguirà brani di Regondi, Albeniz e Tarrega.

 

giovedì 28 dicembre ore 18

Teatro Gebel Hamed

SALVATORE BONAFEDE IN TRIO
concerto jazz
con Salvatore Bonafede al pianoforte, Giuseppe Pipitone al contrabbasso, Giuseppe Santoro alla batteria

Salvatore Bonafede è un affermato pianista e compositore. Palermitano, ha conseguito il diploma presso il Berklee College of Music di Boston e ha lavorato per diversi anni negli Stati Uniti. In Italia ha anche collaborato come compositore per teatro e cinema con i registi Daniele Ciprì e Franco Maresco.

E’ docente di ruolo per i Conservatori di musica Italiani. Bonafede ha al suo attivo una discografia molto ricca e nella sua carriera ha inoltre conseguito numerosi e prestigiosi riconoscimenti sia in Italia che all’estero.

 

venerdì 29 dicembre ore 18

Chiesa di San Martino

ACTORES ALIDOS: “GALANÌAS”

concerto di canti polifonici delle donne sarde
con Valeria Pilia, Elisa Marongiu, Manuela Ragusa, Valeria Parisi, Roberta Locci

Il gruppo eseguirà canti polifonici a cappella ispirati alla millenaria cultura sarda. In equilibrio tra tradizione e innovazione, suggestioni antiche e contemporanee, “Galanìas” proporrà tradizionali canti femminili rivisitati in chiave polifonica che si alterneranno a canti inediti e a canti appartenenti al repertorio maschile: canti di lavoro, ninne nanne, canti sacri, filastrocche e canti della tradizione natalizia. I canti sono affidati alla calda voce di Valeria Pilia e alle altre quattro interpreti Elisa Marongiu, Manuela Ragusa, Valeria Parisi e Roberta Locci.

Questo concerto è stato inserito nel programma di ERICèNATALE grazie alla consulenza artistica dell’Associazione Amici della Musica di Trapani.

 

sabato 30 dicembre ore 18
Teatro Gebel Hamed

“ ‘U CICLOPU, GIUFÀ E FIRRAZZANU “

spettacolo di cunto
di e con Gaspare Balsamo

Liberamente ispirato al IX libro dell’Odissea, lo spettacolo si basa sui modelli e sulle tecniche di rappresentazione tipiche della matrice teatrale siciliana: il cunto, la narrazione epica, la recitazione con le voci dell’opera dei pupi, la declamazione e alcuni dei repertori tipici della letteratura popolare orale. Dentro il noto episodio del Ciclope, si innestano in maniera originale i racconti di Giufà e Ferrazzano che saranno narrati proprio dal Ciclope e da Ulisse che diventano a loro volta cuntisti. Uno spettacolo che combina elementi reali e fantastici, di matrice classica, tragici e grotteschi con gli elementi tipici del cunto dando una forte impronta Sud Mediterranea alla performance.

Gaspare Balsamo, di origini trapanesi, è autore, attore, cuntista e regista teatrale. Apprende l’arte grazie al grande maestro Mimmo Cuticchio, diventando uno dei maggiori rappresentanti del cunto siciliano della nuova generazione.

 

domenica 31 dicembre ore 23:30

Piazza della Loggia

VEGLIONE DI SAN SILVESTRO IN PIAZZA

Brindisi, giochi pirotecnici e musica dal vivo con gli OPERA 80

Erice brinda al 2018, tra le luci della piazza addobbata a festa ed i tradizionali fuochi d’artificio, con la musica degli Opera 80. La giovane band trapanese, nata nel 2007, è composta da Rino Grammatico (batteria, chitarra acustica, percussioni, voce), Giovanni Basiricò (chitarra elettrica, chitarra solista, voce) e Nicola Monaco (voce, kazoo ed effetti); proporrà un repertorio di qualità che varia dal pop-rock più melodico, passando per i successi italiani e continuando con i più bei brani di tutti i tempi per festeggiare in musica l’arrivo del nuovo anno.

 

martedì 2 gennaio

ore 16

per le vie di Erice

TAMBURIATA PER IL NUOVO ANNO

a cura dell’Associazione Tamburistica Vento di Tramontana, Trapani

L’energia e il ritmo dei tamburi per le strade acciottolate del borgo medievale, con i giovani musicisti trapanesi dell’Associazione Tamburistica Vento di Tramontana.

 

ore 18

Piazza della Loggia

CONCERTO GOSPEL

con il coro “The Christmas Voice” diretto da Maria Autovino

Un genere musicale intriso di fede e spiritualità che renderà ancora più magica l’atmosfera natalizia. Il concerto spazierà dai brani celebri, come “Oh happy day” e “Joyful Joyful”, ai brani appartenenti alla tradizione gospel quali “Amazing grace”,  “Jesus what a wonderfull child”, “Glory Glory Halleluja”. Il coro è diretto da Maria Autovino, specializzata in canto lirico e canto jazz. Alcuni dei suoi allievi hanno partecipato a famosi talent come “Ti Lascio una canzone” e “Io canto”.

 

mercoledì 3 gennaio ore 18

Teatro Gebel Hamed

GIAMMARINARO & SICILY DIXIELAND BAND
in concerto per “100 anni di jazz!

con Nicola Giammarinaro al clarinetto, Giovanni Genovese alla tromba, Franco Giannola al pianoforte e al banjo, Tommaso Angileri al basso, Salvatore Pizzurro al trombone, Giuseppe Santoro alla batteria

Per celebrare i 100 anni dall’incisione del primo disco jazz della storia, realizzato il 26 Febbraio 1917, dall’Original Dixieland Jazz Band di Nick La Rocca, Nicola Giammariano e la Sicily Dixieland Band ripercorrono il repertorio di quel periodo, giungendo fino alla famosa “Era dello Swing” degli anni ’20 -30.

Nicola Giammarinaro, trapanese, inizia a suonare il clarinetto sin da bambino nelle orchestre da ballo grazie alle quali incrementa le sue capacità tecniche. L’incontro con il jazz avviene attraverso i musicisti marsalesi Michele Pantaleo, Giacomo Bertuglia e Lilly Rosolia. Ha collaborato come 1° sax tenore con la Big Band del Brass Group. Come clarinettista ha suonato con grandi artisti italiani ed internazionali, come Giorgia, Lino Patruno, Dusko Gojcovich, Clark Terry ecc. Ha fondato la Trapani Jazz Orchestra ed è stato cofondatore dei Sicilia Jazz Street Parade. Ha collaborato con numerose orchestre italiane come strumentista. Attualmente è impegnato nell’attività di free lance ed è molto legato al suo quartetto con il quale suona i classici jazz per clarinetto.

 

giovedì 4 gennaio ore 18

Teatro Gebel Hamed

MIMMO CUTICCHIO: “LA PAZZIA DI ORLANDO”

ovvero il meraviglioso viaggio di Astolfo sulla luna

con Mimmo Cuticchio, Giacomo Cuticchio, Tania Giordano, Elisa Puleo

Le mirabolanti avventure dei Paladini di Francia, l’epopea guerresca che vede contrapposti Mori e Cristiani, le apparizioni di mostri e maghi, gli incantesimi, le passioni d’amore che accecano i cavalieri distraendoli dai loro doveri. Il vorticoso crescendo di colpi di scena di uno degli episodi centrali dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto è protagonista dell’Opera dei Pupi di Mimmo Cuticchio. Il grande artista palermitano, reduce da una recentissima “consacrazione”, con lo straordinario spettacolo presentato al Quirinale in diretta radiofonica Rai, erede della tradizione dei cuntisti siciliani e dell’Opera dei Pupi, ha avviato nel corso degli anni un rinnovamento nella struttura narrativa dell’”opra” unendo la tecnica del cunto con il teatro dei pupi a scena aperta, cioè con la manovra a vista al di qua del piccolo boccascena del teatrino, esaltando la potenza e l’incedere del racconto e svelando al pubblico la tecnica segreta del puparo.

 

venerdì 5 gennaio ore 18

Teatro Gebel Hamed

COSTANZA PATERNÒ: “INCOSTANZA”
concerto in duo della cantautrice siciliana
con Costanza Paternò alla voce e alla chitarra classica, Vincenzo Gangi alle percussioni, chitarra classica, basso elettrico

Costanza Paternò, diplomata in canto jazz, ha preso parte ad importanti rassegne, tra cui Sicily Folk Festival e Sometimes in Winter, ed ha vinto vari premi, come ad esempio il Premio per la Canzone d’Autore Fabrizio De Andrè  ( 2010) e Premio Leontinoi (2014).  Presenta ad Erice i brani del suo primo album “Incostanza”, frutto della collaborazione con i Dounia ed altri musicisti.

 

sabato 6 gennaio

ore 16

Piazza della Loggia

BALLANDO CON LA BEFANA
festa in piazza
con la partecipazione dei bambini della Zumbatomic (istruttori M.Vanella e D.Scalia)

Pomeriggio all’insegna dei balli e dell’animazione che coinvolgeranno bambini e ragazzi.

 

ore 19:30

Chiesa di San Martino

CONCERTO “IL SACRO RITROVATO”
musiche di D.Perez, A.Reggio, F.Lizio, G.B.Pergolesi
Arianna Art Ensemble & Ensemble Vocale Eufonia

direttore Fabio Ciulla

Il grande concerto “Il Sacro Ritrovato” ci accompagnerà alla riscoperta, dopo oltre due secoli di oblio, dell’opera sacra di Monsignor Antonino Reggio (1725-1780), talentuoso compositore siciliano. Il programma del concerto prevede l’esecuzione di brani di Antonino Reggio, David Perez, Ferdinando Lizio e Giovan Battista Pergolesi.

L’Arianna Art Ensemble sarà ad Erice con un’orchestra composta da 13 elementi (quattro violini, viola, fagotto, due corni, due oboi, violoncello, arciliuto, clavicembalo). L’ensemble promuove la diffusione del repertorio vocale e strumentale sei–settecentesco attraverso le proprie esecuzioni con strumenti d’epoca, ma anche attraverso la sperimentazione e l’esecuzione di brani di musica contemporanea con strumenti antichi.

L’Ensemble Vocale Eufonia è una formazione corale da camera composta da 15 elementi (sette soprani, sei mezzosoprani, due tenori) specializzata nell’esecuzione di repertori inediti o raramente eseguiti.

Fabio Ciulla è direttore d’orchestra, maestro di coro, compositore, pianista. Ha collaborato con teatri nazionali ed internazionali; svolge attività didattica presso il Conservatorio Bellini di Palermo.

Questo concerto è stato inserito nel programma di ERICèNATALE grazie alla consulenza artistica dell’Associazione Amici della Musica di Trapani.

 

domenica 7 gennaio ore 18

Teatro Gebel Hamed

P3 – Favole siciliane da Giuseppe Pitrè
recital in musica

di e con Giovanni Barbera e Marco Rosano

Un recital sulle favole siciliane di Giuseppe Pitrè, il più importante raccoglitore e studioso europeo di tradizioni popolari del XIX secolo. Medico di professione, e folklorista per vocazione, sin dagli anni giovanili intraprese un’intensa attività di raccolta di ogni possibile materiale: canti, proverbi, giochi, usanze, indovinelli e soprattutto fiabe. Questo immane sforzo cominciò a concretizzarsi, a partire dal 1870, nella realizzazione di una monumentale opera in 25 volumi, la «Biblioteca delle tradizioni popolari siciliane». Di questa serie fanno parte i quattro volumi di Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani, editi nel 1875.