Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UN PALERMITANO CHE A SEGUITO DEL FERMO AMMINISTRATIVO DEL PROPRIO CICLOMOTORE VA IN ESCANDESCENZE E SI SCAGLIA CONTRO GLI AGENTI  

Gli agenti , ieri notte  ha tratto in arresto  V.M., palermitano di anni 29, responsabile  di  resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Intorno alle ore 02:30, gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno sottoposto ad un controllo di polizia un giovane a bordo di un ciclomotore in via Pasquale Calvi.

Nel corso degli accertamenti, dai quali è emerso che il giovane non era in possesso di patente di guida, sono giunti sul posto alcuni suoi parenti, tra cui anche il cognato, V.M., proprietario del motoveicolo.

Questi, dopo aver appreso che il mezzo di sua proprietà sarebbe stato sottoposto a fermo amministrativo è andato in escandescenze, assumendo atteggiamenti aggressivi e ingiuriosi contro i poliziotti. Inutili tutti i tentativi di riportarlo alla calma. Ancora più violento si è fatto il suo atteggiamento alla notizia che oltre al fermo amministrativo del mezzo avrebbe dovuto corrispondere una sanzione pecuniaria di € 5000,00: senza sentire alcuna ragione, è salito repentinamente a bordo del motociclo, cercando di metterlo in moto per sottrarre il mezzo alla prevista sanzione accessoria.

I poliziotti, tuttavia, sono riusciti a farlo desistere dal suo intento, ma l’uomo dopo essere sceso dalla sella, gli si è avventato contro con violenza: ne è scaturita così una colluttazione, al termine della quale V.M. è stato bloccato e tratto in arresto per i reati di resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Ciao, ti invito o a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.