Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


D
ifficile non subire il fascino del Natale, quando si è bambini è la festa più dolce e ricca di poesia che si possa immaginare, quando si cresce e si diventa adulti resta un momento in cui è impossibile restare indifferenti di fronte all’atmosfera natalizia.

Il Natale porta con sé la sua magia, tra lucine colorate, regali, musiche, tradizioni, cibi tipici, la letterina a Babbo Natale, l’albero, l’attesa; per un mese e forse più rimaniamo incantati, dall’atmosfera natalizia. E’, del resto, la festa più popolare che ci sia, la più universale, è sicuramente una delle più attese dai bambini e dagli adulti di tutto il mondo, anche se purtroppo non è per tutti uguale. Mentre in televisione riecheggiano pubblicità natalizie del tipo “il Natale quanto arriva arriva” o a “Natale puoi”, mentre la maggior parte delle persone viene assalita da panico collettivo per la “caccia al regalo”, mentre al cinema parte la programmazione festiva e nei ristoranti inizia la gara al più innovativo menu tradizionale, ci ricordiamo che non tutti potranno vivere questa magia del Natale e allora, almeno per un attimo, il sogno va in frantumi e anche se presi sempre da mille cose non restiamo totalmente indifferenti davanti al pensiero che esistono ancora tante realtà, dove c’è ancora tanta povertà, famiglie senza casa e bambini che non potranno gioire dell’arrivo dei regali. Papa Francesco ci ricorda, però, che il “Natale è il mistero di un dono. Un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio a ciascuno di noi” (Isaia 9,5).

Proprio in quest’ottica, abbiamo accolto l’invito di proporre qualcosa che possa far vivere la magia del Natale a tutti, un messaggio di speranza e di amore, senza distinzioni ed emarginazioni.

Nasce da un’odea di Don Max Turturici, la proposta natalizia de “Il Villaggio di Babbo Natale”, dal 16 al 26 Dicembre 2017nell’area pedonale di Via dei Benedettini, è frutto del progetto “Il sorriso del cuore, missionari del buon umore”, dell’Associazione “Il Campanile del Cafasso” e dalla Chiesa di San Giuseppe Cafasso, in collaborazione con il Comune di Palermo, Confcommercio e l’associazione “Le Balate”.

Un Villaggio di Babbo Natale, con all’interno una fiera di Natale, tra artigianato ed enogastronomia, proprio nel cuore del centro storico di Palermo, nell’itinerario arabo-normanno, e precisamente nel tratto che comprende i monumenti di “San Giovanni degli Eremiti” e di Palazzo Reale. Durante la manifestazione grande attenzione sarà rivolta ai bambini del territorio diBallarò e dell’Albergheria, che fa da sfondo alle bellezze del patrimonio artistico presente proprio nel nostro centro storico, dove ancora la povertà è presente e sottrae molti alla gioia del Natale. La proposta progettuale intende regalare un sorriso di amore e speranza anche a questi bambini, facendo giungere la magia e la festa del Natale, tra questi vicoli di Palermo, spesso dimenticati e isolati.

Il progetto propone un itinerario fantastico alla scoperta di Babbo Natale, un villaggio con casette in legno, artigiani e prodotti enogastronomici tipici natalizi di produzione locale a km0. L’area pedonale brulicherà di gnomi ed elfi indaffarati, che accoglieranno il visitatore e lo faranno immergere nell’atmosfera del Natale. Il villaggio sarà aperto il pomeriggio.

Tante le tappe:

  • L’ufficio postale dove i piccoli visitatori possono scrivere, con l’aiuto degli elfi postini, la letterina per babbo Natale e che imbucheranno direttamente per il polo nord nella grande cassetta postale del Villaggio.
  • La casa di Babbo Natale, una splendida baita tutta in legno da visitare dove i bambini conosceranno Babbo Natale e troveranno la sua scrivania dove risponde ai bambini, il trono dove potrà tenere in braccio i più piccini e dove è possibile fare una foto ricordo con stampa immediata
  • Il presepe vivente, una splendida rappresentazione della nascita di Gesù rappresentata dai bambini della parrocchia.
  • La visita del campanile di “San G. Cafasso”, per ammirare lo splendido panorama della città e dei monumenti più suggestivi di Palermo.

Nel Villaggio di Babbo Natale ci sarà:

  • Il Fotografo del Villaggio per effettuare le foto ricordo;
  • Il Mastro Dolciere che, nella sua “Pasticceria del Villaggio”, preparerà dolciumi, cioccolata e dolci tipici siciliani.
  • La Piazzetta del Villaggio dove si svolgeranno le performance musicali, spettacoli e animazione con ospiti d’eccezione come: Gianni Nanfa, Ernesto Maria Ponte, Giuseppe Giambrone, Stefano Piazza, i Petrolini, i Tre Terzi, maghi, acrobati, artisti con il fuoco e tanti spettacoli circensi.

Al fine di promuovere il territorio e valorizzare i prodotti tipici siciliani ogni giorno ci sarà una sagra che esalterà le varie specialità siciliane natalizie, presenti all’interno del Villaggio, dalla sagra del buccellato, al “zabbinata della ricotta”, al “cudduruni”, alla salsiccia e così via, un vero expo del food siciliano.

L’intera manifestazione sarà all’insegna della solidarietà. Il 19 Dicembre, per esempio, Babbo Natale, con i suoi elfi e gli artisti per bambini, faranno visita all’Ospedale “G. Di Cristina”; il 26 Dicembre, invece, all’interno della Chiesa di “San Giuseppe Cafasso”, verrà servito il pranzo per le famiglie bisognose del quartiere, assistite dalla Caritas Parrocchiale. L’intero ricavato sarà devoluto in beneficienza, per attività caritatevoli.

Info: Don Massimiliano Turturici, parroco della Parrocchia San Giuseppe Cafasso, cell.  339.7789963

Ciao, ti invito o a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.