Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Primo Cittadino: “L’anno che si chiude, è stato un anno importante nella vita di Catania. Si sono realizzati alcuni punti importanti, qualificanti del programma politico con il quale mi sono presentato alla città. Non parliamo di azioni effimere o di facile raggiungimento, senza radici profonde, ma di azioni a medio e lungo termine che mettessero radici profonde cambiando realmente Catania. Oggi, alcuni di questi importanti progetti si sono conclusi, altri si sono avviati, altri ancora sono definiti”.

Il sindaco di Catania Enzo Bianco, alla presenza del presidente del Consiglio Francesca Raciti, degli assessori della sua giunta e di numerosi rappresentanti del Consiglio comunale, ha incontrato stamane i dipendenti del Comune di Catania ai quali ha espresso gli auguri di buon Natale. Al suo fianco anche il Segretario Generale e Direttore Generale dell’ente Antonella Liotta.
Durante l’incontro, il sindaco Bianco ha sottolineato il grande impegno profuso da tutti i dipendenti nello svolgimento del proprio lavoro, elemento che rappresenta il valore aggiunto per lo sviluppo della città. Il primo cittadino ha più volte sottolineato la crescita della città etnea che, con il passare del tempo, ha dimostrato di sapere sostenere e superare grandi sfide grazie al lavoro dell’amministrazione, del consiglio, dei dirigenti e dei dipendenti comunali.
L’anno che si chiude  – ha esordito il sindaco Bianco – è stato un anno importante nella vita di Catania. Si sono realizzati alcuni punti importanti, qualificanti del programma politico con il quale mi sono presentato alla città. Non parliamo di azioni effimere o di facile raggiungimento, senza radici profonde, ma di azioni a medio e lungo termine che mettessero radici profonde cambiando realmente Catania. Oggi, alcuni di questi importanti progetti si sono conclusi, altri si sono avviati, altri ancora sono definiti. Nel complesso siamo riusciti ad attirare risorse in un modo che non è mai avvenuto nella storia recente della città. Il prossimo saranno trent’anni dalla mia prima sindacatura e posso affermare che ho la stessa passione, lo stesso entusiasmo e lo stesso amore per Catania. Un amore così profondo da trovare in esso la forza per superare le mille difficoltà, le amarezze, gli ostacoli immotivati ed incomprensibili”.
“Quello che si è fatto – ha continuato il Primo cittadino – non è il frutto del lavoro di una, di due o di tre persone. Ma è il frutto di lavoro, di professionalità, di competenza che ho cercato di riportare a galla in questo città, facendo passare il principio della squadra. Non avrei potuto realizzare tutto questo senza i miei assessori che hanno lavorato con grande passione ed entusiasmo. Ciascuno dei quali, nelle sue competenze professionali, ha ottenuto anche successi e riconoscimenti a livello internazionale. Tutto questo no sarebbe possibile senza la passione del Presidente Francesca Raciti nel guidare un organismo complesso come il Consiglio comunale. La ringrazio come ringrazio lei e tutti i consiglieri comunali, compresi quelli dell’opposizione. Lo stesso faccio con le aziende partecipate alle quali sono affidati compiti essenziali nella vita della città. Dalla Multirvizi all’Amt, passando per Sostare, Asec, Asec Trade, Sidra. Con risultati importanti. Facendo registrare un miglioramento in ogni campo. Questa mattina, senza che siano ancora arrivati i nuovi autobus, sono in circolazione in città 112 bus rispetto ai 60 che c’erano qualche mese fa. Questo è il risultato di un clima positivo che si è creato nell’azienda come si è creato nelle altre”.
“Naturalmente – ha concluso Enzo Bianco -, il cuore di questa città è il Comune. Rivolgo il mio più affettuoso e sentito augurio, ai dirigenti, ai funzionari, ai dipendenti in genere: adesso abbiamo la possibilità di cominciare a rimpolpare ed a rafforzare la macchina amministrativa che è ormai ridotta all’essenziale. Penso al Corpo dei Vigili Urbani che sono poco più di un terzo rispetto a quelli che avevo nelle mie precedenti esperienze amministrative. Finalmente riusciamo a rafforzarli intanto con dei contratti a tempo determinato, affidandoci a Formez. Penso ad un’altra cosa di cui sono orgoglioso: è ormai pronta la graduatoria per la stabilizzazione dei cosiddetti Puc. Supereremo presto le ultime difficoltà. Ho cercato di onorare un impegno fondamentale: in questi quattro anni e mezzo non c’è stato quasi mai neppure un giorno di ritardo nel pagamento degli stipendi”.

 

Ciao, ti invito o a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.