Maria Laura Maggiore assessore delle Risoirse Umane
Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Riorganizzazione della macchina comunale, rideterminazione della pianta organica, piano delle assunzioni: il Comune al servizio del cittadino

Nuova riorganizzazione delle direzioni comunali che coordinano servizi ed uffici del Comune.  Con la deliberazione di Giunta n. 299 del 6 dicembre scorso, l’amministrazione ha approvato una nuova riorganizzazione della maxi struttura del Comune portando le direzioni da 10 ad 11.

Tale esigenza nasce da una riorganizzazione delle materie oggetto di lavoro delle direzioni ma anche, e sopratutto dalla costituzione della Amb Spa le cui attività di programmazione ed organizzazione sono già partite ma i cui frutti e servizi inizieranno a vedersi nei primi mesi del 2018.

Come è noto la Amb Spa, la società per azioni multi servizi in house del Comune di Bagheria, gestirà una servizi tra i quali quelli relativi a rifiuti, sistema idrico integrato, strisce blu ecc e pertanto è necessaria anche una riorganizzazione dei compiti delle direzioni, considerando anche l’assenza di alcuni responsabili apicali si è resa necessaria la riorganizzazione per garantire continuità ai servizi.

Sono dunque stati rimodulati anche gli incarichi apicali e nominato un nuovo vice-segretario.

Questo il nuovo assetto: la direzione I si occuperà di Gare, Appalti e contratti, la direzione II di Affari generali e Risorse Umane e acquisisce l’ufficio legale, la direzione III continua ad occuparsi di Servizi Demografici e Statistica e circoscrizione di Aspra, la direzione IV si occupa di Bilancio, Contabilità finanziaria e Economato e Provveditorato, la direzione V Cultura e Pubblica Istruzione ove all’interno trovano spazio il Museo Guttuso la Biblioteca  e l’archivio storico e corrente; la direzione VI continua a gestire Entrate tributarie e fiscali , la direzione VII Le Politiche sociali, la direzione VIII si occuperà di progettazione  opere pubbliche, logistica, cimitero, patrimonio, espropri, pubblica illuminazione, energia ed immobili comunali perde la gestione del servizio rifiuti e del servizio idrico integrato che sono le materie della nuova direzione XI, materie, che come detto sopra passeranno poi alla SPA. Tale direzione è al momento gestita ad interim dal segretario generale Eugenio Alessi. La direzione IX si occupa di Governo e pianificazione del territorio in sostanza di edilizia privata, abusivismo edilizio, pianificazione urbanistica e sportello unico delle attività produttive, ed infine la direzione X resta in capo al Comando di polizia municipale.

Con l’istituzione della nuova direzione XI che come detto è coordinata dal segretario generale che reggeva anche la direzione VIII si è resa necessaria l’individuazione di un nuovo responsabile apicale che coordinerà quest’ultima e che è stato individuato nel geometra Sergio Palumbo.

Intanto con la determinazione n.43 del 27 dicembre 2017 il sindaco ha attributi l’incarico di vice segretario alla dottoressa Giacomina Bonnanno, già responsabile apicale della direzione IV, in assenza per congedo ordinario del precedente vice-segretario.

La Giunta ha inoltre proceduto anche, con la deliberazione n. 303 del 19 dicembre ad approvare il programma del fabbisogno del personale per il triennio 2017/18/19m approvazione prevista per legge.

Dopo aver proceduto alla ricognizione delle eccedenze di personale, alla rideterminazione della dotazione organica dell’ente secondo i parametri dipendenti/popolazione e che permangono carenze di personale in diversi ambiti strategia dell’Ente, la Giunta ha previsto una serie di assunzioni.

Le previsioni di assunzioni nel 2018 sono possibili anche grazie al numero di dipendenti che vanno in pensione: 12 nel 2014, 15 nel 2015, 11 nel 2016, 11 nel 2017 e ne sono previsti 10 per il 2018 e 13 per il 2019, pensionamenti che determinano un notevole risparmio di spesa annua.

Potranno dunque essere assunti 1 funzionario contabile categoria D3, in istruttore direttivo contabile categoria D1, 2 istruttori di vigilanza; 7 istruttori direttivi amministrativi categoria D1, 8 istruttori direttivi tecnici categoria D1, 4 istruttori direttivi contabili categoria D1,  6 istruttori tecnici  categoria C, 4 istruttori contabili categoria C, e 2 istruttori di vigilanza categoria C nel 2018. Nel 2019 potranno essere assunti un istruttori direttivo informatico categoria D1, un istruttore direttivo tecnico categoria D1, un istruttore direttivo amministrativo categoria D1, ed un istruttore amministrativo, 1 contabile e 2 di vigilanza  categoria C, con la riserva di un istruttore direttivo amministrativo di categoria D1 per il personale interno.

I pensionamenti hanno prodotto per gli anni 2013, 14, 15  un  risparmio pari a 1.030.491,85 euro che permette un limite di spesa a fini assunzionali per il 2017 pari a 500.884,40: Risparmio che nel 2016 è stato pari a 290.111,28 euro, nel 2017 a 277.111,91 e nel 2018 produrranno un risparmio pari a 365.619,39. Tetti che permetteranno nuovi limiti di spesa a fini assunzionali che corrispondono a 217.283,46 euro per il 2017 anno per il quale non sono state previste assunzioni, 207.833,93 euro per il 2018 ed infine 91.404,85 euro per il 2019.

E’ evidente quindi che il Comune potrà prendere in considerazione la stabilizzazione dei precari, un futuro aumento delle ore lavorative al personale part-time ed eventuali assunzioni di personale esterno oltre ai precari.

La Giunta sul finire del 2017 ha anche deliberato la rideterminazione della dotazione organica con la delibera n. 307 del 10 dicembre. L’attuale dotazione organica era composta da 407 dipendenti. Per effetto del decreto ministeriale dell’interno del 10 aprile 2017, che fissa i rapporti medi dipendenti – popolazione 2017 -2019 per i comuni rientranti nella fascia di popolazione tra 20 mila e 59.999 abitanti il rapporto diventa pari a 1:146 cosicché la dotazione organica del Comune di Bagheria dovrà essere paria a 379 unità.

La nuova dotazione organica sarà dunque così composta: 2 dirigenti; 10 categorie D3, 73 categorie D (part – time), un giornalista redattore ordinario,   141 categorie C  di cui 12 part-time, 7 categorie B3, 135 categorie B di cui 104 part-time ed infine 73 categorie A di cui 47 part-time. Il nuovo tetto di spesa ridotto prevede quindi un costo annuo del personale pari a 7.774.630,01 euro.

«Tale riorganizzazione che subirà aggiustamenti nei mesi futuri serve a fornire al meglio i servizi ai cittadini, a prevedere un riassetto più funzionale di uffici e servizi a rispondere alle norme in materia di personale e di funzionamento della macchina amministrativa» a sottolinearlo l’assessore alle Risorse Umane Maria Laura Maggiore.

Ciao, ti invito o a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.