Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

La piazzetta era stata consegnata alla città nel mese di maggio dello scorso anno e già alla fine di giugno era stata devastata dai vandali che, purtroppo, sono rimasti ignoti. Adesso il nuovo, triste episodio.

“E’ inaccettabile E’ la seconda volta che la piazzetta di Ognina è oggetto di atti di vandalismo. Sono arrabbiato”. E’ lo sfogo del sindaco di Catania Enzo Bianco di fronte al nuovo atto di vandalismo di cui è stata oggetto la piazzetta di Ognina.
“Un luogo di incontro, in un posto ricco di magia, con panchine, alberi e pavimentazione elegante. I vandali l’hanno nuovamente aggredita e deturpata. A vedere una simile inciviltà provo un grande dolore. Sono amareggiato che i nostri sforzi, come quelli di tanti Cittadini per bene, siano vanificati da esseri incivili. Persone che spero possano essere identificate in maniera che paghino di fronte alla legge, le nefandezze commesse”.
La piazzetta era stata consegnata alla città nel mese di maggio dello scorso anno e già alla fine di giugno era stata devastata dai vandali che, purtroppo, sono rimasti ignoti. Adesso il nuovo, triste episodio.
Il sindaco Bianco invita ancora una volta i catanesi di fronte ai ripetuti atti di vandalismo che si sono verificati in diverse zone della città, a dare il loro contributo per “aiutarci a difendere il patrimonio comune: questi arredi sono di tutti i Catanesi. Quindi chiunque noti persone che vandalizzano, sporcano, imbrattano, lo segnali, chiamando le Forze dell’Ordine e la Polizia municipale, aiutandoci a intervenire. Catania è nostra e dobbiamo saperla difendere”.
Il sindaco Bianco ha garantito che nella piazzetta accanto al Porticciolo di Ognina tutto verrà prestissimo rimesso a posto.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.