Catania, arrestato un 32enne che con l’utilizzo di uno “jammer” tenta il furto su un’auto

0
132
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 2
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

 

SIRACUSA Stefano

I poliziotti hanno tratto in arresto il catanese SIRACUSA Stefano 33enne, ritenuto responsabile di tentato furto aggravato.

Nella mattinata di ieri, alle ore 9.00 su segnalazione di un agente di polizia che, libero dal servizio, aveva bloccato un uomo, responsabile di tentato furto su autovettura.

Intervenivano gli agenti della Squadra Mobile e sottoponevano il malvivente alla perquisizione personale, il quale nascondeva all’interno della tasca del giubbotto un disturbatore di radiofrequenze “jammer”.

Acquisite le immagini di alcune telecamere presenti sul luogo del fatto gli agenti accertavano, effettivamente, che il malvivente, con l’utilizzo del disturbatore di frequenza, aveva impedito la chiusura dell’autovettura, per poi introdursi con facilità all’interno.

Dalla perquisizione estesa anche nell’abitazione del SIRACUSA, i poliziotti rinvenivano e sequestravano diversi oggetti di probabile provenienza furtiva, tra cui numerosi mazzi di chiavi di appartamenti, sottratti verosimilmente ad altre malcapitate vittime.

Espletate la formalità di rito, SIRACUSA Stefano veniva tratto in arresto e, su disposizione dell’A.G., posto agli arresti domiciliari.

Considerato, che i furti sulle autovetture risultano spesso collegati ai successivi furti in appartamento, si raccomanda di non lasciare, all’interno delle proprie vetture, incustodite, chiavi di casa e documenti personali, dai quali sia possibile risalire all’indirizzo dell’abitazione. Inoltre quando si lascia l’autovettura in sosta controllare manualmente che le portiere dell’auto siano effettivamente chiuse.

Jammer – strumento per disturbare le radio frequenze