“Off Topic”, uno spettacolo di teatro danza sul tema dell’accoglienza, di e con Mara Rubino

0
443
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 3
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Domenica 4 febbraio alle 21.00 va in scena “Off Topic”, uno spettacolo di teatro-danza di e con Mara Rubino al TMO – Teatro Mediterraneo Occupato (via Martin Luther King – Fiera del Mediterraneo) di Palermo.

“Solo quando hai perso tutto, sei libero di fare qualunque cosa”. Lo spettacolo racconta la storia di una barbona, sopravvissuta alle guerre e rifugiatasi in una città. Vive dentro un giardino immaginario, un luogo dove trova una sua dimensione. L’arrivo di un misterioso cane travolgerà la sua vita, affidandole una missione: da lei dipenderà la possibile evoluzione della specie umana. Si ergono barriere ed i confini sono sempre più stretti: lo stato di barbarie, il degrado dell’umanità, il fanatismo, le guerre, l’addomesticamento delle menti. Il cervello umano apprende per differenziazione e la varietà di stimoli crea nuove connessioni, delle possibilità da realizzare per evolversi. La rivoluzione è l’inclusione dell’altro, la relazione con l’altro è il luogo dell’apprendimento di ciascuno.

Da questa riflessione nasce la storia, portata in scena dalla stessa Mara Rubino, danzatrice e coreografa palermitana. Una storia che usa l’immaginazione, l’incanto e l’ironia, indagando sul tema della relazione e dell’accoglienza, attraverso l’uso della teatralità del corpo e degli oggetti che si trasformano e si animano. È proprio nei movimenti danzati del corpo che emerge lo spirito, un pensiero fuori dall’ego che si fa universale e tuttavia immanente alla carne del corpo. Uno slancio che rende possibile la messa in scena di presenti alternativi, scenari surreali eppure quotidiani. Il lavoro coreografico s’interseca  a momenti di relazione con gli oggetti di scena che si animano diventando dei veri e propri personaggi.

Lo spettacolo ha debuttato nel 2017 alla Fabbrica 102 di Palermo e replicato al Weird Festival di Ragusa. Regia di Mara Rubino. Supervisione di Quinzio Quiescenti. Per informazioni e prenotazioni e costi:info@tmopalermo.it

 

 

BIOGRAFIA

Mara Rubino

Formazione Fitness

Nel 2001 si laurea in Scienze Motorie con il massimo dei voti, con una tesi dal titolo “Il movimento come linguaggio”. Comincia il suo percorso come insegnante di ginnastica aerobica certificata F. D. G. (Federazione Ginnastica D’Italia) nel 1996. Parallelamente continua i suoi studi di danza con il maestro Filippo Scuderi del quale diviene assistente, e di danza classica con il maestro Eduardo Garofalo, Lia Palazzolo, Rosi Pirrone. Continua la sua formazione nel settore Fitness attraverso Workshop con vari insegnanti quali Laura Cristina, Laura Rapuzzi, Paolo Evangelista, Lorenzo Sommo, Jolita TraHan. L’interesse fra l’integrazione del fitness e la danza la spinge all’approccio con il metodo “Pilates”, frequentando i corsi di formazione e certificandosi nel 2003 con il Pilates Institue di Londra, di Michael King. Attualmente segue la formazione del metodo Feldenkrais, con Caterina Forte, Francesco Ambrosio e Ned Dwell. Approfondisce i legami fra la tecnica Kniaseff e Pilates, elaborando dei programmi specifici di Fisiodanza con e senza l’utilizzo dei piccoli attrezzi. Conduce vari laboratori e Workshop in sinergia con la psicologa Rita Mercanti sul movimento Bioenergetico.

Dal 2003, dirige il centro danza In Punta Di Piedi in collaborazione con Rosi Pirrone dove attualmente insegna danza contemporanea, Fisiodanza e Pilates, e collabora con lo Studio Forte come insegnante di Pilates. Nel 2004, crea la compagnia di danza ”Dissondanze”, con la quale produce varie performance, sia in ambito teatrale, che nel contesto di festival e concorsi.

 

Formazione Danza

Frequenta corsi di perfezionamento di tecnica “Cunningham” con Cedric Andrieux e Dino Verga, di tecnica Horton con Milton Mayers, tecnica limon con Alan Danielson. Per la danza contemporanea segue il maestro Pucci Romeo e Patrizia Lo Sciuto. Nel 2004 consegue il diploma in modern jazz con “International Dance Association” avendo l’oppurtunità di studiare con vari maestri quali Alex Atzewi, Silvio Oddi, Massimiliano Scardacchi. Nel 2007 frequenta a Catania training studios dell“EUROPEAN DANCE ALLIANCE”, un laboratorio creativo dove incontra vari maestri di fama internazionale (Michele Abbondanza, Cristina Amodio, Mauro Astolfi, Milena Zullo, Mvula Sungani, Dino Verga, Susanna Beltrami, Eugenio Scigliano). Prosegue la sua formazione con Mauro Astolfi seguendo da esterna il lavoro della compagnia Spellbound, e segue vari workshop con Roberto Zappalà e seminari di Creative Dance con Gabriela Juttner

 

Formazione Teatro

Ha frequentato corsi di recitazione con il maestro Pippo Spicuzza, Werner Eckl, Giuseppe Cutino e di teatro di figura con Anna Farinella, Gianni Colla. Dal 1998, perfomer di teatro di figura e maschere, con la Compagnia Alkera, della quale è co-fondatrice realizzando spettacoli in vari festival del settore. Corsi di teatro fisico con Quinzio Quiescenti e Vera Mormino, ha seguito seminari con Eugenio Barba (Odin Teatret) e Pino Di Buduo, del teatro Potlach come integrazione a dei percorsi professionali di danza, con quest’ultimo collabora attualmente come performer in alcune rappresentazioni.

 

Esperienze Professionali

Fitness Dal 1996 insegna presso varie palestre e circoli sportivi. Ha collaborato come trainer per i danzatori presso la Filider Balletto dal 1998 al 2002, dal 2003 continua il suo percorso all’interno di “In Punta Di Piedi”, scuola di danza e Pilates Studio, del quale è direttrice insieme a Rosi Pirrone.

Danza Come danzatrice ha lavorato nella compagnia Filider Balletto e ha partecipato a varie performance teatrali e di danza urbana. Come coreografa realizza con la collaborazione di Rosi Pirrone lo spettacolo “Terramare” per il Solunto Festival; “Picasso”e ”Apeiron” per Provincia in festa del 2009. La sua ricerca prosegue abbracciando vari campi non solo della danza ma dell’arte (teatro di figura). Il suo interesse per le nuove frontiere della danza la spinge a partecipare a vari workshop fra cui “Danza Immaginaria” per l’applicazione e l’interazione delle tecnologie digitali alla danza, nuovo obbiettivo della sua indagine coreografica.

SPETTACOLI

“Invisibile al Rumore del mondo” è il frutto di questa nuova ricerca, proposto nella stagione 2009 del teatro nuovo Montevergini di Palermo e nella rassegna “Femmina” della stagione 2011 de I Candelai di Palermo

Le performance di Danza Urbana “Dolls”, “Alberi”, “Parcours”, realizzate nel 2011 sono state rappresentate nel corso di manifestazioni per i “centri commerciali naturali”

“Femminile singolare”realizzato nel febbraio 2011, rappresentato al Kursal Kalesa e al Palab

Anteprima di “Skin lab#3 – confini”, progetto d’interazione della danza e della fotografia, realizzata a Palazzo Steri di Palermo per Univercittà 2011

Nel 2012 “Femminile Singolare” per la rassegna “Danzautore” presso il teatro Dante di Palermo

Collabora con Dino Triassi curando le coreografie per gli spettacoli del cd “Acquerelli”, creando una performance danzata per la presentazione del libro reportage “San Cataldo Feste Religiose” a cura di Santo Eduardo Di Miceli

Nel 2012 “Skin”, verrà ripresentato presso “Nautoscopio Arte” a Palermo

Nel dicembre 2013 coinvolgendo anche allievi di età minore realizza lo spettacolo “+P.I.F” (prodotto interno di Felicità) presso la Fonderia Orotea. Ancora presso la Fonderia Orotea nell’ambito della manifestazione “Nuda arti contro la violenza sulle donne”, nel dicembre 2014 realizza le performance “Post It” e “Fear” estratto da “Femminile singolare”.

Nel novembre 2014 crea “Respect”, una manifestazione in occasione della giornata internazionale sulla violenza contro donne, in collaborazione con il museo d’arte contemporanea Riso e la Soprintendenza Regionale del Mare, coinvolgendo vari artisti ed operatori del settore dove ha eseguito la performance “Post it”.

Nel 2015 nell’ambito della manifestazione “I Art” inizia la sua collaborazione con Pino Di Buduo e il Teatro Potlach partecipando a varie performance a Palermo, Sambuca di Sicilia.

Realizza varie perfomance d’improvvisazione insieme al musicista Lelio Giannetto e Curva Minore

Nel 2017 crea lo spettacolo “ILINX” con la compagnia Ouroborus, spettacolo di teatro danza sperimentale attualmente in produzione. Sempre nel 2017 crea “Off Topic”, spettacolo di danza surreale con la supervisione di Quinzio Quiescenti, con il quale partecipa al Weird Festival di Ragusa.

Collabora con l’artista Londinese multimediale Gaba con il quale realizza una perfomance d’interazione e sperimentazione musicale e d’immagini attraverso il movimento del corpo dal titolo “MA’AT” per il Sequenze Fest, successivamente riproposta alla Fabbrica 102 di Palermo.