Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

La proclamazione al Teatro La Fenice alla presenza del sindaco Brugnaro

Dopo 10 giorni di grandi emozioni ed esperienze uniche tra sfilate, lezioni di portamento, iniziative di solidarietà con anziani e disabili, si è concluso questa sera nelle sale Apollinee del Teatro La Fenice il concorso che ha visto 12 ragazze della Città Metropolitana di Venezia vivere il sogno di rappresentare la bellezza e la tradizione veneziana.

La giuria tecnica ha proclamato Maria dell’Anno Erika Chia, veneziana di Castello, di 19 anni. Sarà lei, studentessa di Economia aziendale all’Università di Padova, la protagonista del volo dell’Angelo 2019 succedendo così ad Elisa Costantini.

All’evento ha partecipato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, insieme alla presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, agli assessori al Turismo e alle Partecipate, Paola Mar e Michele Zuin, al consigliere delegato alle Tradizioni Giovanni Giusto.

Pubblicità

Tra gli ospiti anche il Prefetto Carlo Boffi, il questore Danilo Gagliardi, il comandante provinciale dei Carabinieri Claudio Lunardo, il comandante generale della Polizia locale, Marco Agostini.

Nel corso della serata è stata proclamata anche la Maria dei lettori del Gazzettino: Micol Rossi, anche lei veneziana, del sestiere di San Polo, di 26 anni, studentessa di teatro all’Avogaria, appassionata di danza e pianoforte.

Nel congratularsi con la vincitrice del concorso, il sindaco Brugnaro ha ringraziato tutte le altre ragazze partecipanti e ha affermato: “restano comunque bellissime”. Un ringraziamento è stato espresso anche nei confronti degli organizzatori dell’iniziativa, di Vela, delle Forze dell’ordine, che hanno garantito durante tutto il periodo del Carnevale la sicurezza in città.

La manifestazione, rilanciata a Venezia dopo secoli di abbandono da Bruno Tosi e portata avanti da Maria Grazia Bortolato. rievoca in chiave moderna il rapimento e la liberazione di dodici promesse spose ai tempi del doge Pietro Candiano III (1039). All’inizio del IX secolo il 2 febbraio di ogni anno, giorno della purificazione di Maria, le dodici più belle fanciulle del popolo scelte a rappresentare la città si radunavano insieme ai loro promessi sposi nella chiesa di San Pietro di Castello, per ricevere la benedizione nuziale.

Domani pomeriggio, alle 16.30, in occasione dello Svolo del Leon che segna la conclusione del Carnevale, la Maria eletta verrà presentata al pubblico di piazza San Marco.

Pubblicità

Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.