Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Entro il 17 aprile le domande di partecipazione

E’ stato pubblicato all’albo pretorio on line il bando per i lavori di manutenzione straordinaria dei prospetti della parte storica del convento e della chiesa di Sant’Antonio di  via del Convento a  Bagheria .

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro le ore 12 del 17 aprile 2017 al seguente indirizzo CUC – centrale unica di committenza, corso Umberto I, 165 90011 Bagheria. La gara verrà espletata alle ore 10 del 18 aprile nella sede dell’ufficio gare CUC.

I soggetti che possono presentare domanda, i termini e le procedure di gara, i requisiti richiesti e tuta la documentazione necessaria per partecipare è scaricabile dal sito web del Comune dalla sezione Albo pretorio on line – bandi e gare.

L’importo complessivo dell’appalto è pari a 795 mila euro, la cifra che il Comune aveva ottenuto come finanziamento con il decreto regionale n.1907 nell’ambito delle risorse relative all’assegnazioni dello Stato per la realizzazione dei progetti finanziati con le risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014/2020 nell’ambito dell’intervento strategico “Interventi sui Beni Culturali Storico – Artistici di Culto”.

La Giunta Cinque, con la delibera n. 29/2017 aveva appunto proposto quale intervento da finanziare i prospetti storici del convento della chiesa di Sant’Antonio, il cui  recupero delle facciate del complesso conventuale, consistente nel risanamento delle murature danneggiate dalla presenza di umidità, nella cucitura di lesioni murarie, nel ripristino degli intonaci e di tutti gli infissi, oltre che al recupero dei prospetti laterali del corpo chiesa, alterati dagli interventi degli ultimi decenni.

«Come promesso in tempi brevi si è giunti al bando di gara e altrettanto celermente dovranno partire i lavori»– sottolinea il sindaco Patrizio Cinque – «desidero ringraziare i tecnici che hanno lavorato al progetto, il RUP (Responsabile unico del procedimento) il geometra Onofrio Lisuzzo, il progettista l’architetto Riccobono e il verificatore del progetto l’architetto Pier Alba Cuffaro».

La chiesa e il convento di Sant’Antonio costituiscono con il loro impianto la struttura periferica di un vasto quartiere. L’intero complesso religioso occupa una superficie coperta pari a circa 1200,00 mq. Tra le operazioni che verranno realizzate si procederà alla sistemazione dei camminamenti all’interno del giardino retrostante e alla pavimentazione dello spazio antistante il convento.

 

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.