dav
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

 

pubblicità

Protocollo d’intesa sottoscritto dal sindaco Enzo Bianco e dal presidente dell’Ordine Giorgio Sangiorgio nel palazzo degli Elefanti. Tra le iniziative, l’apertura di uno sportello dedicato all’interno degli uffici tributi. Bianco, “Un accordo importante che produrrà vantaggi sia per i cittadini che per il Comune e che promuoverò con l’Anci a livello nazionale”, Sangiorgio, “Un passo avanti verso un rapporto diverso tra enti e tra enti e cittadini”

Migliorare il rapporto tra l’Amministrazione, i cittadini e il fisco. E’ questo l’obiettivo principale del protocollo d’intesa siglato nel Palazzo degli Elefanti dal sindaco Enzo Bianco e dal presidente dell’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania, Giorgio Sangiorgio.
“Un accordo importante – lo ha definito il primo cittadino- , perché produrrà vantaggi sia per i cittadini che per il Comune”.
Erano presenti all’incontro anche l’assessore al Bilancio Salvo Andò, il capo di Gabinetto Gian Luca Emmi, la dirigente della Ragioneria Clara Leonardi e Maurizio Stella, del direttivo dell’Ordine dei commercialisti.
Il protocollo mira a ottimizzare le procedure per il pagamento dei tributi, con riduzione di tempi e costi per i contribuenti, e a  favorire l’informazione, anche sul sito web, riguardo a tutte le attività in materia fiscale.

A partire dal 20 marzo sarà attivo, all’interno degli uffici tributi, uno sportello dedicato ai commercialisti che potranno interagire con il personale del Comune e accedere a diversi servizi e banche dati per le pratiche relative ai tributi locali quali Imu, Tari, Tosap, imposta sulla pubblicità. I professionisti dovranno prenotarsi telefonicamente o online e presentarsi allo sportello riservato, o interagire online, il martedì e il giovedì dalle 9 alle 12.30.
L’Ordine fornirà ai dipendenti comunali assistenza tecnica con esperti qualificati e l’attivazione di corsi di formazione gratuiti. Inoltre, contribuirà alla elaborazione delle domande frequenti (Faq) da pubblicare online per una informazione sempre più aggiornata e offrirà al Comune la possibilità di formulare quesiti in materia fiscale.
“L’iniziativa – ha detto il sindaco Bianco -, si pone in linea con le azioni di semplificazione e di innovazione già avviate dall’Amministrazione. Servirà a rendere più facile l’accesso a tutti quei dati utili a chi deve pagare, consentendo anche di ridurre tempi e costi. Promuoverò il protocollo attraverso l’Anci perché Catania possa diventare ancora una volta modello di buone pratiche sul piano nazionale”.

Il presidente Sangiorgio ha parlato di “passo in avanti verso un rapporto diverso tra enti e tra enti e cittadini perché il beneficiario finale è il cittadino. Favorire il lavoro dei consulenti significa agevolare la posizione di chi i tributi li deve pagare. Grazie a questo protocollo, per esempio, sarà più facile per i commercialisti accedere alle banche dati e agli uffici per valutare la convenienza di iniziative come quella in corso, che riguarda la definizione agevolata, e consigliare in modo adeguato i contribuenti. Anche le casse del comune ne risulteranno avvantaggiate perché si definiranno vecchie situazioni debitorie e si potranno affrontare in maniera congiunta eventuali problematiche di ordine fiscale più complesse al fine di prevenire contenziosi”.
L’assessore Andò ha evidenziato che “l’accordo produrrà ricadute positive per l’amministrazione anche riguardo alla possibilità di porre dei quesiti sul tema della fiscalità alle diverse sezioni dell’ ordine professionale commercialisti”.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.