Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Cinque condanne per i boss di Carini. Si è chiuso così il processo, davanti alla terza sezione del Tribunale, nato dall’operazione Destino portata a termine nel 2014 dai carabinieri. In manette presunti affiliati dei clan mafiosi di Carini e in particolare i parenti dell’anziano boss Angelo Antonino Pipitone, che era capomafia di Torretta, anche se originario di Carini.
Una perizia medica ha giudicato “incapace” Pipitone che, a 74 anni, è quindi uscito dal processo. La pena più alta è stata invece inflitta a Benedetto Pipitone che era accusato di estorsione, incendio, detenzione e porto illegale di armi: condannato a 7 anni. Quattro anni e 7 mesi per Epifania Pipitone (figlia di Angelo Antonino) accusata di estorsione, trasferimento fraudolento di valori; 3 anni e 3 mesi per Graziella Pipitone accusata di trasferimento fraudolento di valori e favoreggiamento; 3 anni per Angela Conigliaro accusata di trasferimento fraudolento di valori; e 2 anni per Franca Pellerito per favoreggiamento.

 

 

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.