Arrestati due componenti del commando che aveva rapinato un addetto agli incassi di una società

0
340
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Gli agenti, nelle prime luci dell’alba,  ha eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, emessa dal GIP presso il Tribunale di Palermo, nei confronti dei palermitani Randazzo Renato 56enne e Liga Claudio classe 49enne, entrambi del quartiere “Zisa”, ritenuti responsabili del reato di rapina aggravata in concorso.

L’episodio risale allo scorso 24 luglio, quando,  ad un incrocio semaforico di via Delle Alpi, Randazzo, Liga ed altri due complici, a bordo di due scooter, si erano accostati alla vettura aziendale di un un addetto alla riscossione degli incassi di diversi distributori di carburante cittadini, e dopo avere infranto, con un martello, il finestrino lato passeggero dell’auto, si erano impossessati della somma di circa 10.000,00 euro.

Le laboriose attività info-investigative svolte dai poliziotti della  Squadra Investigativa del Commissariato di P.S. “San Lorenzo” hanno permesso di constatare che la vittima era stata pedinata a distanza da due scooter lungo tutto l’itinerario interessato alla riscossione delle colonnine sel-service dei distributori di carburante. Dai successivi sviluppi investigativi, corroborati dal monitoraggio dei sistemi di video sorveglianza urbana,  gli agenti sono riusciti, inoltre, a ricostruire parzialmente le vie di fuga utilizzate dai malviventi, le cui tracce si sono perse nella zona di piazza Ingastone.

La scrupolosa attività di osservazione effettuata nella zona interessata, unita all’esperienza ed alla conoscenza degli ambienti criminali locali da parte dei poliziotti titolari delle indagini, hanno permesso di risalire all’identità di due dei quattro rapinatori e di uno dei motoveicoli utilizzati per mettere a segno il colpo. Le successive perquisizioni domiciliari, effettuate a carico dei due rapinatori, hanno confermato le ipotesi investigative: infatti sono state rinvenuti e sequestrati, non solo lo scooter, ma anche gli indumenti indossati lo scorso 24 luglio, in occasione della rapina.

Sulla scorta di quanto accertato, si è giunti all’emanazione dell’Ordinanza  di Custodia Cautelare in Carcere da parte dell’Autorità Giudiziaria nei confronti di Randazzo e Liga.

Indagini sono in corso per risalire all’identità degli altri componenti della banda.