Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares

“Ci stupisce che il Governo dopo aver tentato d’introdurre in finanziaria una normativa, poi ritirata,  che non dava garanzie  sul futuro dell’erogazione del credito agevolato in Sicilia e che non dava certezze occupazionali e professionali ai lavoratori interessati oggi la ripresenti in stile quasi fotocopia nell’articolato collegato alla finanziaria”.

A dichiararlo sono I responsabili regionali dei sindacati del Credito, Carmelo Raffa della FABI, Anna Cutrera della First/Cisl, Francesca Artista della Fisac/Cgil e Gino Sammarco dell’Uilca/Uil.

Per si Responsabili regionali , “è assurdo che ciò che non è passato dalla porta principale venga introdotto attraverso l’uso di una finestra,  ribadiamo quanto già esplicitato  in sede di confronto con  l’Assessore all’Economia Gaetano Armao  e con le Commissioni Bilancio e attività produttive e richiedono  al Governo e  a tutti i parlamentari dell’Assemblea Regionale che vengano apportati i giusti correttivi legislativi che non penalizzino, ancora una volta, i lavoratori”.

“In caso contrario, –  concludono i sindacalisti, –  sarebbe meglio non forzare la mano sulle norme collegate alla finanziaria e affrontare la questione con la presentazione di un progetto di legge ordinario che dia la possibilità a tutte le parti sociali interessate a realizzare una efficiente riforma” .

 

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.