Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

La Prefettura della Casa Pontificia ha annunciato, per il 15 settembre, la visita pastorale di Papa Francesco alle diocesi di Piazza Armerina e di Palermo, a 25 anni dall’uccisione del Beato don Pino Puglisi. Proprio il 15 settembre 1993, don Pino morì sotto i colpi dei sicari della mafia che così voleva cancellare la sua voce libera e mettere fine alla sua opera di evangelizzazione tra i ragazzi del quartiere Brancaccio di Palermo.

Papa Francesco ricordando don Puglisi lo ha definito “un esempio da seguire” per contrastare una mentalità mafiosa. Don Giuseppe nasce nella borgata palermitana di Brancaccio il 15 settembre 1937, figlio di un calzolaio e di una sarta, e viene ucciso dalla mafia nella stessa borgata il 15 settembre 1993, giorno del suo 56.mo compleanno. Entra nel seminario diocesano di Palermo nel 1953 e viene ordinato sacerdote il 2 luglio 1960. Il  29 settembre 1990 viene nominato parroco a San Gaetano, a Brancaccio, da lì inizia un incessante lavoro sui giovani e le famiglie del quartiere suscitando le attenzioni della mafia. Per questo venne ucciso davanti al portone di casa in Piazzale Anita Garibaldi.  Nel 2012 il riconoscimento del martirio “in odium fidei”. Il 25 maggio 2013 la beatificazione a Palermo.

E’ prevista anche una visita  del Papa anche a Piazza Armerina. L’ultima visita di un Papa a Palermo risale al 2010, quando Papa Benedetto XVI tenne il 3 ottobre una messa al Foro Italico.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.