Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 87
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    87
    Shares

Dopo anni di alt gli enti potranno riprendere a luglio le attività formative, parte del personale sarà riassorbito e gli allievi potranno conseguire una qualifica. Saranno finanziati 1.579 corsi, che impegneranno oltre 25 mila allievi.

“Siamo molto soddisfatti – ha detto il presidente della Regione Nello Musumeci – perché, in meno di sei mesi, siamo riusciti a rimettere in piedi un sistema fermo da anni”.

“Il primo passo verso l’auspicato cambiamento del settore della formazione professionale è stato compiuto. La norma è passata con il voto favorevole dei componenti del Pd che si sono aggiunti agli esponenti dei partiti di maggioranza presenti in Commissione di merito – A dichiararlo Giuseppe Messina, segretario regionale dell’Ugl – e ci aspettiamo a Sala d’Ercole, al vaglio dell’aula, una condivisione allargata anche alla deputazione del M5S che in commissione si è astenuta, confidando in un ripensamento visto che trattasi di norma di rigore e trasparenza, che introduce anche una sanzione per gli enti che non dovessero applicare pedissequamente la norma, una volta approvata dal Parlamento siciliano”.

“Questo segnale atteso dall’aula, se positivo, consentirà di attivare diverse azioni, d’intesa con i sindacati – conclude il segretario Ugl Sicilia – per offrire una prospettiva di risoluzione occupazionale per tutti gli operatori inseriti nell’albo ad esaurimento che non troveranno occupazione diretta nell’avviso 2/2018 o nella attività di IeFp destinate ai minori a rischio dispersione scolastica”.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.