Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Stamattina si è svolta una riunione della sesta commissione consiliare al mercato ortofrutticolo, presenti i consiglieri Gelarda, Zacco e Anello, il vicesindaco e soprattutto di una cinquantina tra laboratori e concessionari.

Di qualche giorno fa, infatti, la notizia che il mercato ortofrutticolo di via Montepellegrino resterà chiuso per tre giorni (28, 29, 30 giugno). A deciderlo il sindaco Leoluca Orlando, che ha spiegato così che la temporanea chiusura: “E’ necessaria per affrontare alcune inadeguatezze igienico-sanitarie e garantire che gli interventi siano svolti senza rischio di contaminazione per i prodotti ortofrutticoli”.

“Sono critico nei confronti di questa ordinanza di chiusura del mercato ortofrutticolo. La chiusura dovrebbe essere l’estrema soluzione – commenta Igor Gelarda, componente della commissione attività produttive e portavoce del MoVimento 5 Stelle – quando non ci sono altre possibilità, ma soprattutto quando si è tentato tutto quello che era possibile fare, cosa che questa amministrazione comunale non l’ha fatto. Secondo voi è tollerabile che mancano gli operatori che aprono i bagni di notte, cosa che spetterebbe al comune, e quindi i lavoratori del mercato sono costretti a stare con i bagni chiusi da mezzanotte fino alle 5 di mattina? Oppure quando a pulire 18.000 metri quadri di mercato ci sono soltanto due operatori forniti dall’amministrazione comunale? Oppure è colpa dei mercatari se da 15 anni il regolamento non viene approvato nonostante siano state le stesse associazioni di categoria a fornirne una bozza? E poi ancora – dice – mi chiedo a cosa serva veramente la chiusura di 3 giorni, quando ci sono problemi strutturali che questa amministrazione comunale non sa mai saputo e voluto affrontare, basti pensare che il mercato è privo di fognature e il progetto non è mai stato inserito nel piano triennale delle opere pubbliche. problemi che hanno ben altri tempi per essere risolti che tre giorni. Ancora una volta – conclude – pagano i cittadini palermitani e la classe dei lavoratori per delle responsabilità dell’amministrazione comunale incapace di svolgere il proprio dovere”.

Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.