Palermo, telefonata al “numero giallo” evita un suicidio

0
159
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 14
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

Un tentativo di suicidio è stato miracolosamente evitato grazie all’intervento del Telefono giallo della A.Fi.Pre.S “Marco Saura” e alla collaborazione della sala operativa della Questura di Palermo. E’ successo questa mattina quando al numero verde 800 011 110 è arrivata una chiamata da un uomo della provincia di Varese di 40 anni, separato e padre di una bambina, colto da crisi depressiva e piangente. L’operatrice Gaia Spinella, che e’ una psicoterapeuta, ha iniziato a tranquillizzare l’uomo che manifestava intenti autolesionistici mentre la presidente dell’associazione, Livia Nuccio, ha prontamente contattato la sala operativa della questura palermitana. In pochi attimi della grave situazione di pericolo e’ stata informata la Questura di Varese che ha allertato la stazione dei carabinieri di Saronno più vicina all’abitazione dell’uomo. Sul posto, in breve sono arrivati anche vigili del fuoco e sanitari, che dopo aver forzato la porta dell’abitazione, hanno bloccato l’uomo che aveva già una corda al collo pronto ad impiccarsi.

“Voglio esprimere il mio plauso a Livia Nuccio e agli operatori dell’associazione A.Fi.Pre.S – dice Pino Apprendi del coordinamento regionale del Movimento Centopassi – che ancora una volta ha dimostrato competenza ed efficienza. Voglio anche ringraziare il Questore di Palermo e l’operatore del servizio 113 che si e’ immediatamente attivato consentendo di salvare una vita. Il Telefono Giallo della A.Fi.Pre.S ‘Marco Saura’, che ha sede a Palermo e’ sorto nel 1995 fra mille difficolta’. Dal 2012 e’ in convenzione con l’Aps ed opera presso il servizio di salute mentale in locali concessi in comodato d’uso dall’Azienda. E’ un servizio – conclude – che va rinforzato in un momento in cui il numero di suicidi e’ tragicamente in aumento”.