Gelarda: “Imbarazzanti dichiarazioni di Forello, nelle more che si dimetta da capogruppo, non lo considero più il mio referente del gruppo consiliare”

0
225
Igor Gelarda
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 15
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares

 

Continua Gelarda: “Dopo l’imbarazzante dichiarazione oggi di Forello, che cerca di dettare la linea politica al nostro leader regionale Giancarlo Cancelleri, ma in realtà sembra che si voglia direttamente sostituire a Di Maio, credo che sia chiaro a tutti che il MoVimento 5 Stelle palermitano stia attraversando una fase delicata se non proprio critica. A Palermo alcuni tra i miei colleghi si richiama alla cosidetta Sinistra e prima informalmente, ed adesso sempre più evidentemente, contestano la linea politica nazionale che trova la sua sintesi in Luigi Di Maio.
È nota la mia vicinanza politica a Luigi Di Maio, maturata per creare un clima collaborativo tra Movimento 5 stelle e forze dell’ordine.
Ricordo che a fine campagna elettorale delle comunali il candidato sindaco Forello fu contestato dall’assemblea di attivisti, delusi da molti atteggiamenti del nostro candidato sindaco. A quelle contestazioni, purtroppo, non seguì un momento di confronto ulteriore, semplicemente non furono più convocate riunioni cittadine. E quello che è accaduto negli ultimi mesi è il frutto di un mancato coinvolgimento della base.
Con questo comportamento, il gruppo Forello si sta muovendo come i politici della vecchia politica, che ritengono di potere contraddire il volere degli elettori e del popolo. E cosi facendo si stanno di fatto ponendo al di fuori del movimento 5 stelle, lontani dal sogno di Gianroberto di una Italia governata dai cittadini, e sempre più vicini a quella politica che io ho sempre disprezzato, pronta a predicare bene e razzolare male e sui giornali.
Invito pertanto tutti gli attivisti e coloro che hanno a cuore il MoVimento 5 Stelle a partecipare all’assemblea cittadina .che si terrà domani pomeriggio a Palermo. Credo che la misura sia colma e come ho già detto, chi non ha in animo di stare dal Movimento 5 Stelle transiti pure liberamente nel PD. Non ne sentiremo particolare mancanza”