Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

Un uomo è morto annegato mentre faceva kitesurf nelle acque dello Stagnone di Marsala, nel trapanese. Sarebbe stato colto da malore. La vittima è Federico Laudani, di 31 anni, originario del Lazio. L’incidente è avvenuto vicino l’isola di Santa Maria.

“L’incidente odierno nello stagnone Santa Maria a Marsala con la morte in acqua di un giovane che praticava lo sport Kitesurf rende cogente l’attivazione dei servizio di idromoto finanziato grazie ad un mio emendamento alla legge di stabilita’ regionale, per il quale attendiamo l’avvio”. Cosi’ Eleonora Lo Curto, capogruppo dell’Udc all’Assemblea regionale siciliana, che aggiunge: “Mi chiedo se all’interno dello stagnone di Marsala esista un piano di salvataggio e sollecito in tal senso il Libero consorzio di Trapani, il comune di Marsala, la capitaneria di porto e le scuole di kite ad attivarsi subito in tal senso, se come pare, oggi a soccorrere il giovane poi deceduto sia stato Mario Ottoveggio con il suo mezzo privato. Ho voluto fortemente il finanziamento del servizio Idromoto proprio per evitare le morti in acqua. Mi faro’ promotrice di un tavolo tecnico tra Regione, Seus e Coni affinche’ non si perda ulteriormente tempo a garanzia delle vite umane e di chi nell’acqua per lo sport o il tempo libero puo’ rischiare tragici incidenti. La Sicilia deve essere all’altezza di un servizio di emergenza urgenza anche per il mare”.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.