Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 28
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    28
    Shares

Un programma di attività triennali per valorizzare il patrimonio archeologico di due importanti realtà del Meridione d’Italia. E’ quanto prevede il protocollo d’intesa siglato a Napoli tra istituzioni siciliane e campane. L’evento centrale è la mostra “Thalassa, mare, mito, storia e archeologia” che si svolgerà al Mann – Museo archeologico nazionale di Napoli, che avrà luogo a partire dall’autunno 2019 e che fa parte di una serie di iniziative volute dal Mann stesso, dall’Assessorato dei beni culturali e dell’Identità siciliana della Regione Siciliana, dal Parco Archeologico dei Campi Flegrei e da un’azienda di servizi e tecnologie per l’archeologia di Napoli. Un accordo, quello siglato nel capoluogo campano, che permetterà alle istituzioni coinvolte di promuovere progetti di ricerca, formazione, restauro, eventi e la catalogazione di reperti custoditi e attualmente preclusi alla pubblica fruizione, tutto ciò attraverso un piano triennale. “Stabilire una collaborazione con il Mann e il Parco Archeologico dei Campi Flegrei, – ha dichiarato l’assessore ai Beni culturali della Regione Siciliana Sebastiano Tusa – è un valore aggiunto per il nostro Assessorato: è importante, infatti, superare un certo isolazionismo che discende dall’autonomia istituzionale. Campania e Sicilia – ha aggiunto Tusa – sono accomunate dalla risorsa mare, che va riscoperta e valorizzata con rigore scientifico, senza sacrificare dinamismo e originalità nella comunicazione dei contenuti: in questo percorso, gioca un ruolo fondamentale la Città Sommersa di Baia, nel Parco Archeologico dei Campi Flegrei. Le ricerche del passato rappresentano ancora oggi, un punto di riferimento per l’indagine storica e scientifica”. “E’ un onore, per il Mann e per il Parco Archeologico dei Campi Flegrei, avviare una sinergia virtuosa con la Regione Siciliana e, in particolare, con Sebastiano Tusa, grande esperto di archeologia subacquea. Si profila all’orizzonte un vero e proprio cambio di rotta delle istituzioni, che coniugano i termini di tutela e valorizzazione, anche al di là delle mura museali” ha affermato Paolo Giulierini, direttore del Mann e del Parco Campi Flegrei.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.