Marina di Ragusa. Pd: raccolta firme per introdurre l’ora di educazione alla cittadinanza nelle scuole

0
225
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 19
  •  
  •  
  •  
    19
    Shares

E’ pienamente riuscita l’iniziativa promossa dal Pd in piazza Duca degli Abruzzi a Marina di Ragusa per raccogliere firme che aiuteranno a supportare la proposta di legge di iniziativa popolare che intende introdurre l’ora di educazione alla cittadinanza, come materia curricolare, nelle scuole di ogni ordine e grado. Al banchetto delle firme il consigliere comunale, nonché presidente provinciale del partito, Mario D’Asta con Agata Pisana. “Si è chiusa con un bilancio positivo – sottolinea D’Asta – la prima delle giornate di mobilitazione che sono finalizzate a raccogliere le cinquantamila firme in sei mesi che serviranno per il deposito della proposta di legge in Parlamento. Diciamo che attorno a questa proposta c’è stata molta curiosità da parte dei ragusani che si sono avvicinati al nostro banchetto. In molti hanno voluto firmare. Abbiamo ribadito a ciascuno di loro che l’ora di educazione alla cittadinanza, oltre a fare conoscere i principi costituzionali, si prefigge di investire su un aumento di consapevolezza rispetto ai beni di tutti e rispetto alle norme comportamentali. Insomma, è stato registrato, da parte nostra, un grande interesse sulla materia e la volontà di potere diventare partecipi di questo percorso. Abbiamo, tra l’altro, preso atto con favore dell’iniziativa di sensibilizzazione e, al pari, di raccolta firme avviata dal Comune di Ragusa che, in questo modo, intende supportare, utilizzando il proprio ruolo istituzionale, questo straordinario processo democratico che noi come Pd abbiamo propugnato mettendo in rilievo che l’introduzione dell’educazione alla cittadinanza come materia obbligatoria e con voto, in ogni scuola di ogni ordine e grado, è estremamente importante. Ringrazio Agata Pisana, che tra l’altro è docente in un istituto superiore della nostra città, per avere condiviso assieme a noi questo percorso”.