Palermo. Il Comune dimentica gli stalli per i taxi

0
285
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 6
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

Se vogliamo potenziare il turismo bisogna offrire servizi di qualità ai turisti, gestendo, organizzando e regolamentando al meglio tali servizi. A Palermo ci sono circa 320 taxi regolari. Questi mezzi, così come prevede il codice della strada, dovrebbero sostare sugli stalli gialli con la scritta TAXI a loro dedicati. Ebbene il comune di Palermo, tra una iniziativa e un’altra di respiro mondiale, e nonostante una presenza incredibile di turisti, non ha avuto il tempo di realizzare questi stalli.

In tutto il centro storico esistono solo 4 stalli: 2 in via Malta e e due in corso Vittorio Emanuele, vicino palazzo della Aquile. Una delegazione di tassisti, ricevuta in Sesta Commissione consiliare, che si occupa di attività produttive di cui faccio parte, ha riferito che sono state fatte richieste al comune per avere stalli in zona Cappella Palatina, Stazione Centrale, Cattedrale e Stazione Notarbartolo.

In quest’ultimo caso, già il 20 novembre dell’anno scorso, il comune ha emesso una ordinanza in cui stabiliva di ripristinare 7 posti taxi a Piazza Boiardo, dinnanzi la Stazione Notarbartolo (così come da ordinanza che allego) Eppure ad oggi, a distanza di ben 9 mesi, gli stalli non sono stati realizzati (foto di stamani). Eppure gli stalli sono importanti, dato che si regolamenta la sosta dei taxi e la polizia Municipale può contrastare più facilmente gli abusivi. Purtroppo mancano stalli e le tettoie anche per i cavalli delle carrozze, costretti a stare al sole durante la nostra estate oltre che a sopportare lo stress di una vita su strada, e anche per le motoapi.

La mancanza di una visione complessiva del fenomeno turistico è una delle cose che mi preoccupa di più di questa amministrazione, priva come sappiamo tutti anche di un assessore al turismo, gestito ad interim dal Sindaco!!!