Porti. Eurispes presenta progetto per hub della Sicilia, costo 5 miliardi di euro

0
204
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 8
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares

Un progetto, che comprende la riqualificazione della foce del fiume Oreto e della costa sud orientale della città, e interessa il golfo di Palermo da Sant’Erasmo ad Acqua dei Corsari. E’ stato presentato, presso la sala Alessi di Palazzo d’Orleans, da Eurispes – l’Istituto di studi politici economici e sociali. “L’opera ha un costo di circa 5 miliardi di euro e potrà essere realizzata con investimenti privati. La prima operazione di oggi è costruire il consenso intorno all’idea. I lavori dureranno tra i 3 e i 5 anni, dal momento dell’apertura dei cantieri”. Lo ha sottolineato all’ITALPRESS il presidente di Eurispes, Gian Maria Fara, che ha aggiunto: “Abbiamo segnali di interesse da parte di operatori e fondi internazionali, che stanno alla finestra a guardare e cercare di capire l’orientamento. L’area della Bandita, dove sorgerà, deve essere prima bonificata. Oggi rivolgiamo questo progetto alle massime istituzioni dell’Isola: al presidente della Regione, al presidente dell’Ars e al sindaco di Palermo. Lo proponiamo davvero con spirito di servizio. Spetterà a loro stabilire la fattibilità del progetto e poi avviare i relativi colloqui”.

“E’ un progetto suggestivo, che viene da una fonte autorevole – ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci -. Credo che abbiamo il dovere di partire da qui, da questo progetto. Il sindaco Orlando ha detto che bisogna coinvolgere anche consiglio comunale e i cittadini di Palermo. Questo non è e non sarà il progetto di Palermo soltanto. Se si realizzerà sarà l’opera madre dell’Isola, sara’ il porto hub della Sicilia tutta e non della sola città di Palermo – ha precisato Musumeci -. E’ mio dovere consultare tutte le istituzioni isolane al riguardo. Le Zes saranno un utile tavolo di confronto su questo progetto. Le Zes sono, infatti, legate alle infrastrutture portuali e quindi, in questo senso, il confronto sara’ forte. Poi abbiamo il dovere di confrontarci con il Governo nazionale. Spero che non sara’ un ostacolo, ma un sereno dialogo di condivisione”. Musumeci ha aggiunto: “Da parte del Governo regionale non ci sono preclusioni di massima al progetto. Guardiamo con grande interesse a quest’opera”.

“Da non conoscitore della materia, questo progetto mi ha entusiasmato – ha aggiunto il presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, Gianfranco Micciche’ -. Se questa cosa possa farsi, non lo so. Io spero che si possa fare, perché sarebbe una rivoluzione per Palermo, dal punto di vista economico e urbanistico. Se il progetto si potesse fare, farei una festa che non finisce mai. Sono convinto che le persone che lo hanno presentato sono persone molto serie, per cui sono molto favorevole al progetto”. Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha sottolineato che “per un’opera come questa, che riguarda anche il sistema Italia nel suo complesso, bisogna coinvolgere il Governo nazionale. La ministra per la coesione territoriale, Barbara Lezzi, sarà a Palermo la prossima settimana e con lei approfondiremo anche questo progetto”.