Credito di imposta al 75% su investimenti pubblicitari incrementali, arriva finalmente il Decreto attuativo  

0
67
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 2
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Finalmente arriva l’ufficialità della tanto attesa conferma tramite la pubblicazione del decreto attuativo del credito di imposta su investimenti pubblicitari incrementali  per gli operatori del settore della pubblicità,  relativo alle  piccole e medie imprese portato al  75% su investimenti pubblicitari.

Quindi è operativo e ciò rappresenta una boccata d’ossigeno per un settore da tempo asfittico.

L’avvenuta pubblicazione, nella Gazzetta Ufficiale n. 170 del 24 Luglio 2018 , del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 maggio 2018, n. 90 “Regolamento recante le modalità ed i criteri per la concessione d’incentivi fiscali agli investimenti pubblicitari incrementali su quotidiani, periodici e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, in attuazione dell’articolo 57bis, comma 1 del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96”.

Il decreto entrerà in vigore dopo 15 giorni dalla pubblicazione è già visionabile.

Il testo pubblicato risulta conforme a quanto anticipato in passato.

Per l’anno in corso (investimenti effettuati nell’anno 2018, nonché dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017 esclusivamente sulla stampa quotidiana e periodica anche on-line), i soggetti interessati potranno presentare la domanda di ammissione al beneficio tra il sessantesimo e il novantesimo giorno successivi alla data di pubblicazione del suddetto decreto nella Gazzetta Ufficiale, mediante una comunicazione telematica sull’apposita piattaforma dell’Agenzia delle Entrate, le cui modalità saranno definite con provvedimento del Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri. Di tale atto verrà data notizia sul sito: http://informazioneeditoria.gov.it/it/ nelle prossime settimane.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il comunicato , aggiornato al 24 Luglio 2018, pubblicato nell’apposita sezione del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria delle Presidenza del Consiglio dei Ministri con i chiarimenti che tengono conto dei contenuti definitivi del provvedimento.