Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 7
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

Ballarò, sotto la lente d’ingrandimento della polizia le piazze dello spaccio dello storico mercato.
Poliziotti appartenenti alla Squadra Mobile di Palermo, ‘Sezione Contrasto al Crimine Diffuso’, nell’ambito di servizi volti ad arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti del quartiere, hanno predisposto un servizio di osservazione nell’omonima piazza, con i “Falchi” in servizi di appostamento, dislocati nelle vie Albergheria e Casa Professa.
Durante il servizio di osservazione, i poliziotti, tra le numerose presenze, hanno individuato un soggetto che più volte era stato visto cedere delle verosimili dosi di sostanza stupefacente ad alcuni soggetti che raggiunta la piazza, ed effettuato lo scambio, si dileguavano per le vie limitrofe.
Intorno alle ore 23 gli agenti hanno notato che il soggetto da loro “attenzionato” era stato avvicinato da un giovane che, dopo un breve conciliabolo, gli elargiva una non precisata somma di denaro e riceveva in cambio qualcosa per poi allontanarsi appiedato per via Rua Formaggi.
A questo punto i poliziotti, certi che quello a cui avevano assistito era un episodio di spaccio, in perfetta coordinazione gli uni agli altri, sono entrati in azione, e mentre un equipaggio, individuava l’acquirente che vistosi scoperto, consegnava spontaneamente una dose di sostanza stupefacente del tipo hashish, ammettendo di averla acquistata pochi istanti prima in piazza Ballarò, un altro equipaggio interveniva nella predetta piazza bloccando ed identificando lo spacciatore per F. I. C., 21enne palermitano.
Il giovane nell’occorso tentava di disfarsi di altre nove dosi della stessa sostanza stupefacente, ma questa veniva subito recuperata dagli agenti e posta sotto sequestro così come la somma di 35 euro suddivisa in tagli di vario genere, che gli è stata trovata addosso e ritenuta provento dell’attività illecita.
F. I. C, condotto presso gli uffici della Squadra Mobile è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
Sempre gli agenti della Squadra Mobile di Palermo, ‘Sezione Contrasto al Crimine Diffuso’, nell’ambito di articolate attività info-investigative sono intervenuti nei pressi di via Cipressi.
Nello specifico gli agenti hanno fatto irruzione nel locale recipienti di un immobile, rinvenendo, occultato dietro un recipiente dell’acqua, un sacchetto in plastica con all’interno un barattolo in vetro trasparente assicurato con un tappo di metallo con all’interno n.4 involucri termosaldati del peso di circa 50 gr. cadauno, contenenti verosimilmente sostanza stupefacente del tipo cocaina.
La droga rinvenuta è stata sottoposta a sequestro.