Rapporto Svimez 2018: economia siciliana frenata, raddoppiato il numero di chi cerca lavoro

0
214
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 10
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

 

Rapporto Svimez 2018 sul Mezzogiorno presentato a Roma: secondo i dati dell’Associazione per lo sviluppo e l’industria nel Mezzogiorno, la Sicilia ha rallentato la sua crescita (+0,4%), mentre nel 2016 l’Isola aveva registrato un +1%.
A frenare l’andamento dell’economia siciliana è il settore delle costruzioni con il -6,3% nel periodo 2015-2017.  Al contrario, l’industria in senso stretto nel triennio ha avuto segnali di ripresa (+14,1%), anche l’agricoltura ha un andamento positivo (+2%) e così i servizi (+1,6%).
Ma ecco subito la nota negativa: nel Mezzogiorno, il numero di famiglie con tutti i componenti in cerca di occupazione è raddoppiato tra il 2010 e il 2018, passando da 362 mila a 600 mila, mentre nel Centro-Nord sono 470 mila.

E così arriva la triste “sentenza: la Sicilia è la regione meridionale che cresce meno, segnando un rallentamento anche rispetto a Calabria, Sardegna e Calabria: nel 2017 queste ultime hanno raggiunto un tasso di sviluppo del +2% (rispettivamente 2%, +1,9% e +1,8%), l’Isola invece si è fermata allo +0.4%.

Per i giovani la situazione è anche peggiore: negli ultimi 16 anni hanno lasciato il Mezzogiorno 1 milione e 883 mila residenti; la metà dei giovani è di età compresa tra i 15 e i 34 anni, quasi un quinto laureati; il 16% si è trasferito all’estero e quasi 800 mila non sono tornati.