Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares

I finanzieri del nucleo di polizia economico finanziaria di Palermo, con il supporto operativo del gruppo aeronavale di Messina e la collaborazione del servizio centrale investigazione criminalità organizzata hanno sequestrato oltre 20 tonnellate di hashish, 400 mila litri di gasolio e la nave che li trasportava, si tratta della “Remus”, battente bandiera panamense. La Guardia di finanza ha arrestato i componenti dell’equipaggio: 11 persone del Montenegro. L’operazione si è svolta sotto la direzione della Dda di Palermo. La nave, avvistata in acque internazionali, è stata scortata nel porto di Palermo per l’ispezione. Dopo essere partita da Las Palmas (Canarie), aveva dichiarato di essere diretta verso Tuzla (Turchia), via Alessandria (Egitto).

Seguita nel tragitto dai pattugliatori della Gdf, durante la navigazione davanti alle coste nord africane la nave ha spento più volte il trasmettitore per nascondere la posizione. La Gdf, dopo aver raccolto elementi che indicavano un possibile traffico internazionale di droga, ha richiesto alla Direzione centrale dei servizi antidroga del ministero dell’Interno l’autorizzazione all’abbordaggio in acque internazionali, alle autorità panamensi.

Pubblicità

 

Il natante è stato scortato nel porto di Palermo per l’ispezione e, dopo lo svuotamento di due serbatoi di prua, contenenti 20 mila litri di gasolio, sono stati trovati oltre 650 sacchi di iuta con 20 tonnellate di hashish di 13 diverse qualità, per un valore tra i 150 e i 200 milioni di euro.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.