Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 14
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

Viene accantonata dal governo l’ipotesi del taglio delle pensioni “d’oro”, arriva il “contributo di solidarietà” a carico di tutti per 3 anni.

Il taglio delle “pensioni d’oro” che aveva suscitato tante polemiche tra coloro i quali temevano di vedersi togliere questo beneficio, ma che dava alla gente qualche speranza di assistere a un serio cambio di rotta da parte della politica, è stato accantonato definitivamente.

Arriva ora la proposta dell’imposta di solidarietà, un contributo variabile che partirà dagli assegni di 2 mila euro lordi al mese con un coefficiente pari allo 0,35%, fino al 15% per quelle definite “d’oro”.
E’ previsto per 3 anni e che toccherà anche le pensioni deboli, considerando che 2 mila euro lordi mese al netto sono appena 1.400/1.600euro in base alle variabili tasse comunali e regionali.