Rifiuti, Caltanissetta: “Superato il 40 per cento di raccolta differenziata”

0
374
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 11
  •  
  •  
  •  
    11
    Shares

Con il mese di luglio la raccolta differenziata a Caltanissetta supera il 40 per cento, dato numerico che era stato raggiunto a giugno e che adesso e’ stato oltrepassato. Nello specifico la media della raccolta differenziata del mese di luglio e’ del 38,5% per le utenze civili a cui si aggiunge la quota di differenziata prodotta dalla grande distribuzione organizzata che si attesta mensilmente al 2% ed il cui dato ufficiale viene formalizzato successivamente con diversi formulari. E’ quanto emerge dalla relazione sul crono-programma per l’incremento della raccolta differenziata, firmata dal sindaco, Giovanni Ruvolo, dal dirigente della Direzione III, Giuseppe Dell’Utri ed dal responsabile della posizione organizzativa, Vincenzo Bonsangue ed inviata al dipartimento regionale Acque e rifiuti della Regione siciliana. Nella relazione si osserva come sia stato ampiamente rispettato l’obiettivo del 35% di differenziata entro la data di maggio 2018, stabilito dall’ordinanza del presidente della Regione.

Tale risultato – spiega il dirigente del servizio Ambiente ed energia, Giuseppe Dell’Utri – ha scongiurato per il Comune di Caltanissetta, l’obbligo di dover smaltire il 30% del rifiuto indifferenziato fuori regione con un costo per la comunita’ spropositato”. “Tra i capoluoghi siciliani, Caltanissetta e’ adesso al primo posto per raccolta differenziata – afferma il sindaco, Giovanni Ruvolo -. Costanza e impegno sono stati premiati dai cittadini. C’e’ ancora tanto da fare sia sul piano dell’impiantistica e, viceversa, sulla sensibilizzazione di quanti non hanno ancora compreso che differenziare i rifiuti e’ un obbligo a tutela dell’intera comunita'”. “Nella relazione – spiega l’assessore con delega al servizio Acque e rifiuti, Maria Grazia Riggi – si evince il complesso e costante lavoro svolto per incrementare la raccolta differenziata. A breve programmeremo l’estensione del porta a porta della frazione indifferenziata in altri quartieri dopo la sperimentazione avviata nel quartiere San Luca. E’ un’attivita’ continuativa che non puo’ conoscere soste fino alla definitiva implementazione di un sistema virtuoso che e’ gia’ ben avviato a Caltanissetta”.