Trattenuta busta paga a dipendenti comunali di Palermo, M5S: “Solo propaganda”

0
220
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 1
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

“Non è dato sapere da quale fonte normativa provengano simili notizie. Pagare le tasse è giusto e tutti lo dovrebbero fare, ma le procedure legali ed esecutive non prevedono alcuna forma di compensazione con eventuali crediti (di lavoro) vantati dai cittadini dipendenti del Comune”. Lo dichiarano in una nota i consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle, Ugo Forello, Giulia Argiroffi, Concetta Amella, Viviana Lo Monaco e Antonino Randazzo commentando la notizia secondo cui a 2.100 dipendenti comunali morosi sulle tasse sarà applicata una trattenuta in busta paga.

“Bisogna comprendere, intanto, se i circa 2.000 dipendenti hanno ricevuto avvisi di accertamento non opposti e non pagati, così provocando l’attivazione delle procedure di riscossione coattiva, che prevede anche la possibilità di pignorare il quinto dello stipendio. Ecco perché – hanno affermano i cinquestelle – non si comprende la notizia di oggi, se non come forma di vuota propaganda; a meno che il Comune non abbia “inventato” qualcosa che giuridicamente non esiste. I dipendenti morosi vanno trattati come tutti gli altri cittadini palermitani morosi, con fermezza ma senza intenti persecutori”.