Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Nella lettera di minacce di morte, indirizzata al procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio, non c’è un riferimento esplicito all’inchiesta aperta sulla nave Diciotti con migranti ferma per 5 giorni nel porto di Catania, né agli sviluppi che ha comportato. Lo si apprende da fonti interessate nell’inchiesta, che sottolineano come il contesto della missiva porti per deduzione a pensare che ci possa essere un collegamento con il fascicolo aperto sul pattugliatore della Guardia costiera poi trasmesso alla Procura di Palermo.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.