SONY DSC
Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

 

E’ accaduto nel week-end poco prima dell’alba, quando l’equipaggio di una gazzella del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Monreale stava transitando lungo la circonvallazione, all’altezza del raccordo di via Aldo Moro, in un tratto completamente al buio, hanno notato un cavallo lanciato al galoppo ed uno scooter che faceva da apripista.

I militari dopo alcune decine di metri sono riusciti a bloccarli ed identificarli: in sella al cavallo il fantino un 37enne palermitano, mentre un 24enne e un 26enne, conducente e passeggero del motociclo.

Su richiesta dei militari operanti è giunto il medico veterinario dell’A.S.P. 6 di Palermo che dopo aver visitato il cavallo ha riscontrato che il box in cui era custodito era privo del codice stalla con conseguente sanzione pecuniaria per  300 €.

I tre sono stati deferiti in stato di libertà per maltrattamento di animali.

L’ultimo evento in ordine temporale si è verificato lo scorso febbraio, quando era stato pubblicato su alcuni siti online il video di un giovane fantino, che dopo aver lanciato al galoppo un cavallo lungo via Sandro PERTINI, si era schiantato contro un palo. Immediatamente erano iniziate le indagini dei Carabinieri della Stazione di San Filippo Neri per chiarire la dinamica dell’evento ed identificare il giovane.

In tempi brevissimi i militari coadiuvati dai Carabinieri Forestali del Centro Anticrimine Natura di Palermo avevano ricostruito i fatti, identificando e denunciando il fantino 26enne, e rintracciando il cavallo, che aveva riportato un’escoriazione alla zampa posteriore destra, in una stalla abusiva nel quartiere Partanna – Mondello.

 

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.