Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 19
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    19
    Shares

Negli ultimi anni sentiamo spesso questa parola, ma non tutti sanno di cosa si tratta.

E’ il nome di una nuova professione!

Intanto analizziamo il significato della parola,  composta da 2 parti :” lash “che in inglese vuol dire ciglia ( al singolare), e “maker” sempre in inglese che ha più significati : creatore, chi fa, fabbricante,etc.

Di conseguenza il lashmaker è colui che fa (crea) le ciglia.

Infatti  tante altre professioni in inglese vengono chiamate grazie alla parola “maker”, esempio : book-maker ( Allibratore), Cabinet maker (Falegname), Chocolate maker (Cioccolataio), Make-Up artist (non penso che abbia bisogno di tradizioni), etc.

Tra l’altro come vediamo dagli esempi precedenti,  le due parole sono composte e si scrivono separate o con trattino in mezzo, a differenza di lashmaker che oramai viene scritto insieme.

Un bravo lashmaker non è soltanto una persona che fa le ciglia!

Non esiste una strada uguale per tutti, tanti iniziano per caso, alcuni trovano la passione, qualcun altro prima faceva un altro lavoro e ha iniziato facendo da assistente a qualche grande maestro.

Un bravo lashmaker opera a tutto campo e deve conoscere tutti i minimi  dettagli e segreti  del viso:

-essere designer dello sguardo (riconoscere le forme del viso e dell’ occhio, applicare gli effetti adatti all’occhio);

– conoscere l’anatomia dell’ arcata cigliare e sopraccigliare per non sovraccaricare la base naturale, e sopratutto non danneggiarla;

– in parte essere anche dottore per riconoscere (non curare) le più semplici malattie;

– essere “psicologo” dei clienti;

– saper creare un sopracciglio adatto allo sguardo di ogni persona;

– conoscere diverse tecniche di applicazione ( one to one, 2D, 3D, russian volume);

-saper consigliare i cosmetici e il trucco adatto;

– essere un Make Up artist;

– sapersi distinguere.

Ma non è tutto,  perché analizzando a fondo questa professione c’è tanto altro da approfondire, come la  conoscenza dei programmi di editing delle foto ( es. fotoshop), possedere una  macchina fotografica professionale e  sapersi districare nel marketing.

Chi ne ha fatto un motivo di vita,  è quindi una nuova professione è la lashmaker, Rita Incandela, palermitana doc, per la città di  Palermo un sicuro punto di riferimento per tutte le donne che amano curarsi,  e sentirsi belle e affascinanti, ed i suoi lavori ne sono come da foto da noi pubblicate la piena testimonianza.

Non ci sono delle regole precise per intraprendere questa strada, ma una cosa è certa: per iniziare ci vuole tanta passione, pazienza e umiltà, e visto che parliamo di un campo molto competitivo e abbastanza giovane, anche una buona dose di coraggio e ambizione.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.