Lando Maria Simeoni, segretario generale Fabi, a Milano in occasione del convegno FABI "Un nuovo modello di banca al servizio del paese", 12 febbraio 2016. ANSA / MATTEO BAZZI
Pubblicità
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    16
    Shares

 “L’intervento del governo, che reputo positivo, serve a tranquillizzare il mercato e i clienti della banca: in caso di necessità, Carige sarà ricapitalizzata e quindi comprata dallo Stato”.

 Lo dichiara il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, commentando il decreto approvato ieri sera dal consiglio dei ministri.

“E’ una sorta di piano B, sia per prendere tempo sia per dimostrare che la banca non e’ sola.

Un piano B da far scattare solo se non andrà in porto la ricerca di un partner, da parte dei commissari straordinari, nell’ottica della fusione auspicata anche dalle autorità di vigilanza”.

Pubblicità Ciao, ti invito a mettere "Mi piace" alla mia Pagina perché ho pensato che ti potrebbe fare piacere sostenerla. Riceverai aggiornamenti relativi alle novità e potrai interagire con altre persone su questa Pagina.