Palermo. Sabrina Figuccia: “Migranti, bene il rifiuto dei dipendenti comunali a violare la legge”

0
56
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 1
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

SABRINA FIGUCCIA: “MIGRANTI, BENE IL RIFIUTO DEI DIPENDENTI COMUNALI A VIOLARE LA LEGGE”

         “Bene hanno fatto i dipendenti comunali nel rifiutarsi a firmare le pratiche relative alla concessione della residenza ai migranti in aperta violazione della legge approvata lo scorso anno dal Parlamento. Se il sindaco Orlando vuole continuare a fare l’eroe e vuole finire sotto processo, faccia pure e firmi lui stesso le pratiche”.

Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc, che prosegue: “Oggi pomeriggio, finalmente, il Consiglio comunale riprenderà i lavori e all’ordine del giorno, tra l’altro, è prevista l’audizione del dirigente dell’Anagrafe Maurizio Pedicone, che dovrebbe finalmente fare chiarezza su cosa vuole fare l’amministrazione, ma non quella di Orlando. Perché quest’assenza? Dopo aver fatto passerella su tutti i giornali e le televisioni nazionali e internazionali, il sindaco snobba i rappresentanti dei palermitani, di chi lo ha eletto e di chi lo ha mandato, disgraziatamente, sul quella poltrona”.

“E’ assolutamente sacrosanto – afferma Daniele Galici, rappresentante sindacale dell’Ugl – che i dipendenti comunali si rifiutino di firmare i documenti relativi alle richieste dei migranti e violare così la legge. Nessuno, tantomeno il sindaco, può costringere gli impiegati a fare qualcosa di illegale. Chiaramente, come sindacato tuteleremo in tutte le sedi i dipendenti che dovessero subire pressioni dall’amministrazione comunale.