Voce agli invisibili al Belli di Roma. Rassegna a cura di Valentina Martino Ghiglia e Francesca Romana Miceli Picardi

0
12
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 15
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares

Diritti al Belli: è la rassegna a cura di Valentina Martino Ghiglia e Francesca Romana Miceli Picardi in corso dal 20 marzo e fino al 14 aprile 2019 presso il Teatro Belli di Roma che si tinge di “civiltà” dando vita e voce a chi porta sul palco la voce degli invisibili.

Una rassegna di Teatro Civile, termine con il quale si definiscono comunemente gli spettacoli che portano sulla scena teatrale tematiche di attualità politica e sociale, che si è imposto oggi come una delle forme più vitali del teatro contemporaneo che affronta i temi dei Diritti Umani facili da trattare solo in apparenza: se ne parla molto ma in realtà si è sempre molto incerti su cosa dire e cosa fare. In una società moderna come la nostra, dove tutto sembra acquisito, dove tutti pensiamo di avere gli stessi diritti, di poter vivere le stesse vite, come possiamo ancora parlare di necessità di diritti? Siamo così certi che i diritti siano ormai acquisiti?

Per questo abbiamo deciso di approfondire queste tematiche, legate al mondo LGBTQ, alla violenza di genere, al lavoro, all’immigrazione, al clima, all’integrazione, e tutto questo grazie anche al sostegno della Regione Lazio, al patrocinio del Municipio I Roma Centro e della L.I.D.U. onlus (lega italiana diritti dell’uomo) e al sostegno di Radio Rock.

Oltre agli spettacoli teatrali, ci saranno anche quattro giornate, i mercoledì, dedicate al cinema indipendente a cura della società Distribuzione Indipendente di Giovanni Costantino con 4 film a giornata e incontri con i registi.

Inoltre con il Municipio Roma I Centro abbiamo avviato l’iniziativa del “biglietto sospeso” per le persone meno abbienti che desiderano accedere alla rassegna.

Il 19 marzo ci sarà la presentazione/festa della rassegna dalle 19:30 al Teatro Belli (Piazza di Santa Apollonia 11/a tel. 06 589. 4875 – botteghino@teatrobelli.it) a cui parteciperanno la Presidente del Municipio I Roma Centro Sabrina Alfonsi, il Vice Presidente Vicario della L.I.D.U. onlus Eugenio Ficorilli, il Presidente di Distribuzione Indipendente Giovanni Costantino e tutti i cast degli spettacoli e i registi dei film in programma.

Il costo dei biglietti:
spettacoli teatrali: euro 15,00 intero – euro 10,00 ridotto
orario: sempre ore 21:00
Diritti Card euro 50,00 per accedere a tutti gli spettacoli
Cinema: euro 5,00
orario come da locandina

Valentina Martino Ghiglia e Francesca Romana Miceli Picardi

Valentina Martino Ghiglia, diplomatasi nel 1989 all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, è attrice, doppiatrice, traduttrice. Negli ultimi anni è stata tra le fondatrici della Compagnia Tacchi Misti con cui è andata in scena con i fortunati “Tacchi misti”, “Moms, il primo varietà sulla maternità” e “Houses” e ha cominciato una stretta collaborazione con Francesca Romana Miceli Picardi e la sua compagnia Ovatta Armata. Entrambe le esperienze sono di teatro tutto al femminile, la prima di teatro più “tradizionale” e la seconda di teatro civile.

Francesca Romana Miceli Picardi, classe ’76, attrice, scrittrice, regista. Dal 2008 capisce che il teatro civile è la sua unica via. E inizia a scrivere e ad andare in scena con spettacoli unicamente al femminile; portando il Teatro non solo nelle sale, ma nelle strade e in ogni luogo non convenzionale. Forma una compagnia di sole donne. Grazie ai suoi spettacoli collabora con associazioni e cooperative contro tratta e violenza sulle donne. da sempre pensa che: < il teatro è l’amante migliore che esista. Non tradisce, non pugnala, ma insegna e avvicina. >

L’incontro tra Valentina Martino Ghiglia e Francesca Romana Miceli Picardi avviene esattamente due anni fa. Entrambe alla ricerca di una crasi artistica. I testi della Miceli Picardi si sono fusi con la loro idea di iniziare a fare un Teatro diverso e tradizionale allo stesso tempo. 

Che rispetti quindi le linee guida di un rigore antico e contemporaneamente spezzi e regali fotogrammi di malesseri e felicità contemporanee. 

< Un Teatro “neorealista contemporaneo”, se dovessimo descriverci. Teatro sociale e tutto al femminile, il nostro. Quello di Valentina e Francesca Romana. >

Programma

Mercoledì 20 marzo Cinema

Siamo Libri Di Sangue:

ore 15:00  La Libertà Non Deve Morire In Mare di A. Lo Piero 

Un film sulla libertà di migrare che è anche, soprattutto, libertà di vivere. Non c’è guerra, razzismo, paura, ragione al mondo, che possano giustificare il fatto che possano morire in mare.

ore 17:00  Bogside Story di R. Forte e P.Laino 

Un film sulla pacifica Marcia per i diritti civili del 30 Gennaio 1972, a Derry, culminata con il massacro tristemente noto con il nome di Bloody Sunday, in un un viaggio tra passato e presente intriso di arte, storia e profonde emozioni.
ore 19:00  La Morte Legale – Giuliano Montaldo racconta la genesi di Sacco E Vanzetti di S. Giulietti e G. Barbieri
ore 20:30  Fuoricampo Collettivo Melkanaa

Un campo di calcio nella periferia romana. Giovani in fuga dai loro paesi si allenano per guadagnarsi un’opportunità, prima di disperdersi in traiettorie solitarie. E’ il racconto di quattro storie in bilico tra ferite passate, tempo sospeso e futuro incerto.

Giovedì 21 marzo ore 21:00 Teatro

La donna che disse no   

di e regia Pierpaolo Saraceno

con Mariapaola Tedesco e Pierpaolo Saraceno

La storia di Franca Viola, la prima donna che rifiutò il matrimonio riparatore a seguito della violenza sessuale subita nel 1965 a soli 17 anni.

Venerdì 22 marzo  ore 21:00 Teatro

Abbascio

di Emilio Nigro

con Carmelo Giordano

Un cunto, leggero, ironico, tagliente e intenso. Per contrapporre e unire culture. Per approdi intimi e scorti appena. Per un senso comune di comprensione e riconoscimento.

Sabato 23 e domenica marzo 24  ore 21:00 Teatro

Va tutto bene

con Laura Nardi

regia Amandio Pinheiro

Spettacolo vincitore del premio Ideias Verdes 2010,  scritto dallo scienziato David Marçal, affronta il tema dei cambiamenti climatici in modo inusuale: attraverso la satira e l’umorismo.

Mercoledì 27 marzo Cinema

Generazioni a confronto attraverso l’occhio indipendente della commedia italiana:

ore 14:45  Peggio Per Me di R. Camilli

Commedia amara incentrata su un ossimoro, quello di una depressione viva, tra poesia del quotidiano e racconto nostalgico.

ore 17:00  Una Domenica Notte di G. M. Albano

Esordio alla regia di Giuseppe Marco Albano, già vincitore del Nastro d’Argento per il miglior corto nel 2012, una commedia agrodolce sul sogno del cinema.

ore 21:00  Falene di A. A. Maldonado      

ore 19:00  Spaghetti Story di C. De Caro

E’ il film che ha fatto impazzire l’Italia e che, come hanno scritto i giornali, “dà voce a una generazione che voce non ha”.

Giovedì 28 e venerdì 29 marzo  ore 21:00  Teatro

Di chi è la terra?

di e regia Daniela Giordano

con Daniela Giordano e Danila Massimi

Lo spettacolo dal vivo e il cortometraggio che hanno saputo affrontare il tema dello spreco delle risorse idriche e dell’impoverimento causato dal land grabbing.

Sabato 30 e domenica 31 marzo  ore 21:00  Teatro

Drumul                 

di Marius Bizau e Lorenzo Di Matteo

con Marius Bizau e Daniele Ercoli

regia Lorenzo Di Matteo

E’ un inno leggero e gioioso all’integrazione degli stranieri nell’Italia di questi ultimi anni che sembra andare contro tendenza, è uno spettacolo di narrazione con musica dal vivo, dove il protagonista racconta la sua storia, quella di un adolescente di soli 15 anni che viene in Italia con la famiglia dalla Romania. 

Mercoledì 3 aprile  Cinema

La letteratura e il cinema come grande unione tra i popoli:

ore 15:00  MacBeth Neo Film Opera di D. Campea

ore 16:45  Wilde Salomè di Al Pacino
ore 19:00  I Fratelli Karamazov di P. Zelenka 
ore 21:00  Quijote di M. Paladino

Venerdì 5 e sabato 6 aprile  ore 21:00  Teatro
Ma come si fa?

di e regia Luciano Melchionna

con Adelaide Di Bitonto, Sara Esposito ed Eleonora Tiberia

Un delirio sentimental-poetico, che si realizza in una performance interattiva col pubblico che va oltre i confini dell’amore canonico, un invito a tenersi vicini invece che lontani, a stringersi.

Giovedi 4 e domenica 7  aprile  ore 21:00  Teatro

Post Partum

di Betta Cianchini

con Sonia Barbadoro

regia Luciano Melchionna

Tutto quello che gli uomini avrebbero dovuto sapere e che le donne non hanno mai detto. Vuole essere un viaggio tagliente e ironico nei meandri di quell’universo femminile mai ascoltato e, troppo spesso, volutamente rimosso.

Mercoledì 10 aprile  Cinema

Cinema D’Autore – I nuovi talenti che denunciano:

ore 15:00  Il Codice Del Babbuino di D. Alfonsi e D. Malagnino

Una storia di intolleranza e vendetta, che farà scatenare una vera e propria guerra di strada nelle sempre più degradate periferie di Roma.
ore 16:45  W.A.X. di L. Corvino

Un’intensa relazione a tre come simbolo del confronto tra trentenni europei, uniti da un’esistenza da “sacrificabili” e in cerca del riscatto per un’intera generazione.
ore 19:00  Carta Bianca di A. A. Maldonado

Storie di emarginazione e disagio urbano, un film che non lascia indifferenti, spingendo lo spettatore a riflettere sulle contraddizioni e gli squilibri che animano il nostro tessuto sociale.
ore 21:00  Vista Mare di A. Castoldi

Una Italia alla deriva, in balia degli eventi e soffocata da una situazione economica sempre più opprimente, che non lascia scampo. Sullo sfondo di sommosse e manifestazioni civili, i cittadini sono costretti a cercare una via di fuga per evadere e ricominciare una nuova vita. La terra promessa è l’Albania, luogo di pace e prosperità, speranza e lavoro.

Giovedì 11 e venerdì 12 aprile  ore 21:00  Teatro

I (love) Alice (love) I

Di Emy Conroy

con Ludovica Modugno e Paila Pavese

regia Elena Sbardella

Due donne ormai agée, Alice e Alice, raccontano di come da amiche d’infanzia si siano ritrovate a essere amanti e compagne molti anni dopo. La loro relazione era nata come tante, con una delle due dichiaratamente omosessuale e con l’altra – vedova dopo un matrimonio innocuo – che si ritrova confusa davanti all’attrazione per una persona del suo stesso sesso.


Sabato 13 e domenica 14 aprile  ore 21:00  Teatro

Marchio di fabbrica

di Francesca R. Miceli Picardi

con Valentina Martino Ghiglia

Francesca R. Miceli Picardi

Alessandra Muccioli

La quotidiana fatica e le quotidiane miserie (su cui riescono anche a riderci sopra) di tre donne over 40 nell’affannosa ricerca di un lavoro, i ricordi che ancora danno loro calore e il lento omicidio di quella “figlia legittima del cuore”, che è la speranza. Uno spaccato di un’Italia silente che diventa un urlo bianco da telegiornale, quando l’individuo sceglie come rivolta, l’estremo gesto: il suicidio.

Ufficio stampa evento Francesco Caruso Litrico