Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  • 1
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Per l’Italia centrale, nord occidentale e nord orientale si è puntato su Carlo Spinelli, mentre al Sud la fiducia è andata a Gabriele Montera. Diritti e dignità per lavoratori, detenuti e diversamente abili: questi tra gli obiettivi principali da perseguire.

Ultimi giorni di raccolta firme da parte di Italia dei diritti per partecipare alla competizione elettorale europea. “Da oggi in poi – ha detto il presidente nazionale di Italia dei diritti, l’onorevole Antonello De Pierro – se riusciremo a raccogliere le firme necessarie a partecipare presenteremo le nostre liste con gli adempimenti imposti dal dettato della legge. Sono gli ultimi giorni di raccolta delle firme per partecipare alla competizione elettorale europea. La stiamo ultimando e presenteremo le liste. Raccogliere almeno 30.000 firme in ogni circoscrizione – continua De Pierro – di cui almeno 3.000 in ogni regione della circoscrizione stessa, è impresa assai ardua. Sono estremamente convinto che la previsione normativa in materia è palesemente iniqua. Quando si svolgono nuove elezioni tutti dovrebbero partire nelle stesse condizioni ai nastri di partenza, si dovrebbe azzerare tutto e far partire una campagna elettorale ad armi pari, come avviene nelle elezioni amministrative locali. E invece la casta, contro cui noi ci battiamo da sempre, annulla ogni sussulto propositivo che viene dal basso. Così viene inficiata l’essenza stessa della democrazia. Non è accettabile che chi abbia già una rappresentanza in Parlamento sia esonerato dalla raccolta firme. Il divario competitivo è molto ampio. A nostro avviso si integra l’anticostituzionalità dell’impianto normativo in materia per lapalissiana violazione dell’articolo 3 della nostra Carta Costituzionale. Qualora non dovessimo riuscirci – conclude De Pierro – le liste le presenteremo ugualmente per protesta e ce le faremo ricusare per poi proporre ricorso avverso il provvedimento e chiedere, in via incidentale, che la Consulta si esprima sulla costituzionalità della norma impugnata. Il nostro intento è di presentare le liste in ogni circoscrizione. Se per l’Italia centrale, nord-occidentale e nord-orientale abbiamo puntato, come capolista, sul responsabile provinciale di Roma e membro del direttivo nazionale del movimento Carlo Spinelli, per le circoscrizioni Italia meridionale e Italia insulare il consiglio direttivo si è espresso dando fiducia al neo commissario per la Sicilia Gabriele Montera, grazie all’impegno mostrato sul territorio in afferenza alla riorganizzazione del nostro gruppo. Due scelte che ho avallato con estrema convinzione personale, ma in ogni caso non sono solito mettere veti sulle scelte collegiali dell’organo deputato all’attuazione delle linee di indirizzo politico da me dettate”.