Ricco fine settimana a Palermo con l’ottava edizione di I-DESIGN “Living the life”

0
77
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Ricco weekend, sabato 26 e domenica 27 ottobre, per l’ottava edizione di I-design, la design week, curata da Daniela Brignone, che per il 2019 ha scelto come tema Living the life.

Saranno inaugurate diverse mostre e debutta a Palermo il nuovo Spazio Sintesi, che ospiterà alcune esposizioni di noti designer. L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero. Le mostre di I-design saranno visitabili fino al 3 novembre.

Sabato 26 ottobre

Sabato 26 ottobre alle ore 18 lo storico e originale store palermitano Vuedu (via Sperlinga, 32/via Pignatelli Aragona, 11) inaugura Serax inside VueduFactory, un nuovo percorso che apre alla collaborazione con la nota azienda belga Serax che riunisce designer provenienti da varie parti del mondo. Durante l’evento saranno offerti i vini della cantina Tasca d’Almerita. “Serax inside VueduFactory” è l’occasione per avviare un dialogo creativo sul territorio palermitano. Da una piccola realtà imprenditoriale, nata in un garage ad Anversa, in Belgio, oggi la Serax è diventata una multinazionale con oltre 65 dipendenti, riconoscibile per la bellezza delle sue collezioni di oggettistica e complementi di arredo. Ogni collezione della Serax è realizzata in maniera tradizionale. Lo staff Serax, portando con sé una selezione di prototipi di vari designer, viaggia per il mondo, dal Vietnam fino al Portogallo, per trovare gli artigiani adatti a produrre in larga scala, pur rimanendo sempre in linea con il design e la filosofia dei creatori dei prodotti.

Domenica 27 ottobre

Domenica 27 ottobrealle ore 19si inaugura il nuovo Spazio Sintesi (via Principe di Belmonte 26), una location molto suggestiva di recente ristrutturazione, che accoglierà quattro importanti progetti inseriti nel cartellone di I-design: la chaise-longue “Ctre”, progettata dalla designer Rosa Vetrano, multifunzionale in quanto coniuga in un unico arredo una seduta, una fonte luminosa e un tavolo; “Design vincente”, la produzione della pluripremiata azienda Alias che nell’ultima edizione del Vinitaly di Verona, si è aggiudicata il premio per la migliore linea coordinata dell’anno all’International Packaging Competition; “Return”, opere dell’artista Luciano Gaglio, rientrato dopo una lunga assenza a Palermo da Torino, dove vive; e, infine, sempre alle 19 il progetto “A journey from art to textiles and back”, promosso dal Consorzio Arca con la collaborazione del Comune di Prato e Museo del Tessuto di Prato, Dimora Oz, Artforms, Trafi Creatività Tessile.

Il nuovo lavoro di Rosa Vetrano è una chaise longue-tavolo-fonte luminosa, oggetto trasformabile e polifunzionale: La struttura della chaise è realizzata in multistrato okumé assemblata da juta che attraversando i fori diventa l’anima di oltre 40 tubi in plexiglass trasparente di notevole effetto ergonomico. La chaise è collegata ad una base in legno della stessa tipologia attraverso due sfere che permettono il movimento a dondolo. Nella suddetta base sono collocate le celle fotovoltaiche dello spessore di pochi millimetri che, accumulando energia solare durante le ore diurne, permette di ottenere un’autonomia di circa 35 watt, sufficienti ad alimentare una fonte luminosa ed una porta USB. Invertendo la posizione della chaise longue si ha la possibilità di utilizzare la funzione tavolo. Materiali utilizzati: legno riciclato (okume marino), corda di iuta riciclata, tubi in plexiglass trasparenti riciclati (rivestimenti di neon in disuso), lastra di plexiglass piegata a C, ventaglio parasole in carta patinata, celle fotovoltaiche in silicio, sfere in legno massello; i suddetti elementi costruttivi sono tutti disassemblabili.

Lo Spazio Sintesi ospiterà anche “Return” che propone alcune opere di Luciano Gaglio, artista palermitano trapiantato a Torino, a metà tra arte e design: costruzioni geometriche nei quali inserisce fili d’acciaio, perni e fonti luminose che ne esaltano la dimensione minimalista. Le sue opere sono un connubio tra arte e design; costruzioni regolari e geometriche alle quali sono applicati elementi industriali quali i fili di acciaio e i perni che fanno parte della progettualitàdelle opere, spesso associati a sorgenti luminose che esaltano la dimensione minimalista, l’essenza. Il titolo del progetto, Return, fa riferimento al ritorno dell’artista nella sua città natale, Palermo, dopo un lungo periodo di assenza.

Nello Spazio Sintesi, sempre domenica, alle ore 19, si presenta l’ultima produzione grafica dell’azienda palermitana Alias, fondata da Marco Castagna e Maricetta Gianfalla, che all’ultima edizione dell’International Packaging Competition del Vinitaly di Verona, ha conquistato l’ambito Premio Speciale Immagine Coordinata con il progetto di packaging per la linea dei vini territoriali Gorghi Tondi, un oro per l’etichetta del vino Coste a Preola rosso, un argento per il Packaging dell’olio Ciuriciuri, arrivando alla quota di 20 premi in 20 anni.

Spazio Sintesi, da domenica 27 ottobre, alle 19, ospiterà anche la mostra “A Journey from art to textile and back” che nasce dal bando europeo Interreg med Creative Wear, un esperimento di co-creazione tra artisti palermitani, pratesi e aziende tessili, volto a realizzare opere che integrano vari campi dell’arte visiva con la tecnologie e la produzione. Il risultato è un insieme di opere che escono dalla relazione classica tra designer e fruitore, sviluppando, attraverso un processo di co-creazione, un nuovo dialogo tra artisti, tecnologia e mondo produttivo. All’interno della mostra, promossa e organizzata dal Consorzio Arca con la collaborazione di Dimora OZ, Artforms, Comune di Prato e Museo del Tessuto di Prato, Trafi Creatività tessile, si svolgerà il workshop “Co-design your idea” rivolto ad artisti, designer e creativi per sviluppare un’idea che unisca creatività e tecnologia nel settore del fashion che possa partecipare alla call del progetto Re-FREAM.

Questi gli orari delle mostre in programma a Spazio Sintesi: lun. mar. merc. dom. 16,00-19,30; ven. sab. 16,00-21,00; giovedì chiuso.

I-design è patrocinata dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e dal Comune di Palermo.