Presentazione libro “Diario inquieto di un’insegnate precaria”

0
522
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Evento Formativo per la formazione continua degli avvocati

12 dicembre 2019 ore 16.00 | Sala cerimonie di Villa Trabia del Comune di Palermo, in Via Antonino Salinas 3

Presentazione libro “Diario inquieto di un’insegnate precaria”

L’associazione denominata PROGETTO FORENSE–UNIONE DI LIBERI AVVOCATI – è stata fondata il 23 giugno 2000 con sede a Palermo in Via Principe di Granatelli 28, presso lo studio legale del compianto Avvocato Paolo Lanzarone.

L’associazione così come previsto all’articolo 2 dello statuto è senza fini di lucro, apartitica ed aconfessionale e può aderire o affiliarsi ad associazioni e/o organismi che sono apartitici e a confessionali. Tra gli scopi della stessa associazione, vi è la promozione di ogni iniziativa volta alla crescita culturale e professionale degli avvocati, con particolare riferimento alla istituzione delle scuole forensi e l’attuazione dei corsi di aggiornamento professionale, nonché la promozione e lo svolgimento di attività scientifica, culturale e formativa, con particolare riguardo a coloro che intendono accedere alla professione forense.

Nei percorsi di formazione professionale obbligatoria, per concludere il triennio formativo 2017/2019, abbiamo pensato ad un pomeriggio nel quale si parla di, futuro, lavoro, dignità e diritti, presentando il libro edito da Navarra editore di Mari Albanese e Maria Grazia Maggio, dal titolo “Diario inquieto di un insegnate precaria” di cui si allega la sinossi.

Dialogheranno con le autrici il Professore Aldo Schiavello, della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Palermo, e l’avvocato Luca Cuppari.

L’evento è stato organizzato insieme ad Ami Palermo e a Officina Ballarò ed ha ricevuto il patrocinio del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo e del Comune di Palermo.

Per il Comune interverrà il consigliere Arch. Francesco Bertolino.

Il Consiglio dell’Ordine ha riconosciuto tre crediti formativi per la formazione degli avvocati. Per gli avvocati che si iscriveranno all’evento e prenoteranno il libro, lo stesso costerà €10,00 anziché 12,00.

SINOSSI:

“Tecla ha 38 anni ed è un’anima inquieta. Palermitana e sicilianissima nei modi, è costretta ad abbandonare la sua terra trasferendosi a Firenze per lavoro. È un’insegnante precaria. Si trova, fin dalle prime settimane dal suo arrivo a riflettere sulla sua condizione esistenziale, sui suoi amori, sulla sua famiglia, sui sogni delusi. Inizia a scrivere, quasi per gioco, sulle pagine candide di un diario che le tiene compagnia durante i suoi momenti bui. Incredibilmente, una notte, il diario inizia ad animarsi e a risponderle. Ha perfino un nome: Ho’oponopono e tante storie da narrarle, ma soprattutto sa capirla come lei non si era mai compresa prima. Inizia così un dialogo serrato, uno scambio intenso, commovente e divertente allo stesso tempo. Non solo il mondo della scuola, ma il diritto al lavoro, ai propri sogni. Uno stipendio che non le basta ad arrivare a fine mese, una casa che non è casa, un futuro negato e la scelta di non diventare madre. Uno sguardo sulla contemporaneità, sui tanti precariati che sfiancano, avviliscono la vita di tante donne e di tanti uomini. A far da cornice una città incantevole, ma malinconica, il mondo della scuola con le sue contraddizioni, nuove e vecchie amicizie, le lavatrici a gettoni, gli ortaggi in bella vista al supermercato. Un botta e risposta sulla vita, sulla solitudine, sull’amore e sul sesso. Un romanzo che dialoga non solo alla mente, ma soprattutto al cuore del lettore”.