“L’arma del potere” al Rotary Club Roma Aniene

0
247
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

di Riccardo Bramante

In occasione di una conviviale del Rotary Club Roma Aniene è stato presentato, avanti ad un numeroso e competente pubblico, il libro  “L’arma del potere” di Pascal Schembri, prolifico autore di numerose pubblicazioni, siciliano di nascita ma ormai trasferitosi a Parigi da tempo.

Introdotto da un esaustivo intervento del Presidente del Club, Cesare Vocaturo, il lavoro è stato illustrato dalla giornalista Sara Iannone, la quale si è soffermata, in particolare su alcuni aspetti della storia narrata aventi chiari riferimenti a situazioni e vicende recenti della politica italiana tra gli anni del boom economico e la vigilia di “Mani pulite”.

Il libro, infatti, è un tipico esempio di ricerca sulla vita politica nazionale vista nell’ottica di un personaggio che vi appartiene e ne rappresenta l’essenza, Paola N., bellissima interprete parlamentare che viene a trovarsi al centro di desideri ed intrighi che attraversano le sale di Montecitorio e del Senato in un susseguirsi di morti e omicidi/suicidi che ben descrivono le perversioni e la corruzione imperante.

Al tutto si aggiunge, dunque, un tocco di “noir” dato anche dall’ambientazione in un palazzo siciliano entro cui si susseguono eventi e morti misteriose nel quadro di ambigui rapporti tra mafia e politica in cui il sesso viene a risaltare come la vera “arma del potere” sapientemente usato dalle varie donne che intervengono nella storia fino ad un inaspettato colpo di scena finale che lasciamo al lettore il piacere di scoprire.

L’incisiva lettura di alcuni brani del libro da parte della sensibile e multiforme attrice Emanuela Mari e del socio del Club Deneb Antuoni, per l’occasione trasformatosi in attore, hanno, infine, contribuito a tenere avvinto il pubblico presente che ha premiato infine tutti i protagonisti della serata con un lungo applauso.