Astuzia e malizia caratteristiche femminili senza tempo | “Gli auguri della nonna ottantenne”

0
1590
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

di Daniela Cavallini

Amiche ed Amici carissimi, la raccolta “Novelle brevi di Sicilia” di Andrea Giostra, della quale abbiamo già scritto, i cui racconti sono interpretati e letti da diversi e importanti attori italiani, è ricca di spunti che mostrano le diverse sfaccettature delle qualità delle donne e delle passioni femminili. L’argomento di oggi è l’astuzia e la malizia delle donne di ieri, ma anche di quelle oggi. Prendiamo spunto dal racconto “Gli auguri di mia nonna ottantenne”, che potrete ascoltare a seguire, prima di leggere il mio articolo, nelle interpretazioni da due bravissime attrici siciliane, Anna Rimondi di Palermo e Chiara Bentivegna di Catania; e di una giovane attrice romana, Milena Gori, che ha re-interpretato e regionalizhttps://youtu.be/xvbbX53HSnA/zato (il Lazio) il testo adattandolo alla sua regione. Artiste delle quali a piè di pagina di questo articolo troverete le rispettive Play List di YouTube delle loro letture e interpretazione di novelle e racconti siciliani…

 

Anna Raimondi:

 

Chiara Bentivegna:

 

Milena Gori:

 

 

Spesso si mitizzano le figure femminili “di una volta”, ergendole ad emblema di laboriosità, sopportazione, rassegnazione, castità, fedeltà e sottomissione incondizionata al marito, enfatizzando con rimpianto, se non addirittura con disappunto, il confronto con le donne di oggi.

Ma… era proprio così?

A fronte delle mitizzazioni epocali – che raramente condivido – osservo, rifletto e constato: siamo sicuri di non essere influenzati da quello che “vogliamo” credere?  Il pensiero della nonnina che sferruzzava golfini con gli avanzi di lana, seduta vicino al camino, aspettando il nonno è una dolce immagine, ma rappresenta solo una parte della quotidianità di tempi remoti che comunque non escludeva inganni, liti, tradimenti, opportunismo…

Personalmente ritengo inconfutabile che l’astuzia e la malizia – tipiche caratteristiche attribuite al gentil sesso – non siano “invenzione” di recenti generazioni. Sicuramente si differenziano i comportamenti, ma non gli atteggiamenti mentali, vale a dire la forma, ma non la sostanza.

Una volta – le donne – o appartenevano a famiglie nobili/agiate e non lavoravano in attesa del cosiddetto “buon partito” che le avrebbe sposate, rese madri – forse amate – oppure, le appartenenti alle classi meno abbienti o indigenti – svolgevano lavori di ogni genere, inclusivi anche di grandi fatiche ed umiliazioni. Questa malaugurata sorte, solo sporadicamente, poteva veder sovvertire l’avverso destino, grazie alla bellezza fisica, dono democratico della natura, non ascrivibile per diritto ad alcuna classe sociale e, peraltro, da sempre fattore molto attraente se ben esercitato sugli uomini. È pur vero che anche alcuni uomini avvenenti e prestanti hanno tratto analoghi vantaggi dalla loro naturale dote.

Non vedo una sostanziale differenza con le donne del nostro tempo, se non attualizzando la tipologia dei comportamenti, delle attività e delle espressioni verbali che le definiscono. Il classico esempio è la mamma di umili condizioni economiche che svolge un lavoro faticoso e, bando alla stanchezza, deve occuparsi anche della famiglia, in contrapposizione con l’agiata signora.

Detto questo, a conferma di quanto succitato, vi riporto, qui di seguito, il divertente racconto di vita vissuta tratto dalla raccolta “Novelle brevi di Sicilia” di Andrea Giostra – Scrittore e Psicologo – nel quale ci partecipa degli auguri “astuti e maliziosi” ricevuti dalla sua cara nonna Vita, in occasione del suo diciottesimo compleanno.

 

Il racconto completo “Gli auguri di mia nonna ottantenne”:

 – Caro nipotino mio, adesso che hai fatto diciotto anni e sei diventato grande, fa il bravo ragazzo, sii responsabile e maturo, rifletti bene prima di fare qualsiasi cosa e non ti avventurare mai prima di aver riflettuto sui rischi e sulle conseguenze di quello che dovrai fare.

Non frequentare cattive compagnie e stai solo con ragazzi e ragazze che possono darti qualcosa e possono farti stare bene.

Punta al successo, ai grandi ed ambiziosi traguardi, che possano arricchire la tua vita e il tuo tempo.

Avrei voluto augurarti tutto questo, caro nipotino!

Invece, io che ho ottant’anni, dico basta con tutte queste minchiate!

Quello che ti dico è invece questo:

– Goditi la vita più che puoi, scopati tutte le ragazze che ti piacciono picchì sì un bieddu picciuttu e ‘u puoi fari!

Gira il mondo e viaggia tanto finché non ti stanchi, e quando sarai stanco di goderti la vita e di viaggiare, trovati una donna ricca e bedda assai, e falla innamorare di farici perdiri la testa!

E quannu è innamurata pazza, maritatilla subito, accussì non dovrai lavorare e vivrai nel benessere e nella ricchezza con i soldi di lei, poi falle fare tanti figghi così da vecchio non sarai solo e avrai cu’ cummatti cu’ tia.

Insomma, goditi questa vita che è breve e vola via velocemente senza ca’ mancu ti nnadduni!

Pensa solo a prenderti cura della tua famiglia, delle persone che ami, di te, e di tutto il resto futtitinni!

Hai capito caro nipote mio?

Questo devi fare!

Così quando diventerai vecchio, comu sugnu iu ora, non rimpiangerai nulla della vita da giovane, e avrai fatto tutto quello che hai voluto e ti sarai goduto la vita, picchì nun n’arresta nienti una vuota chi muriemu e nall’atru munnu nun ni purtamu nienti!

U capisti?

Fai comu ti rici to’ nonna nca na’ passatu di tutti i culura ‘nta so vita, e ni sapi assai di cosi, e sapi comu funziona lu munnu tirrenu!

Ora ca ti rissi tutti sti cuosi, schietti schietti, tu puozzu riri Buon Compleanno niputeddu mio?

E comu rici to’ nonnu, ora pigghiamuni nu beddu cafè!

Un abbraccio!

Daniela Cavallini

 

Gli attori che recitano e interpretano la storia narrata, “Gli auguri di mia nonna ottantenne”:

Anna Raimondi | Play List di YouTube

https://www.youtube.com/playlist?list=PLwBvbICCL564UXTFaXDw9DA5NG0PfqDtT

Anna Raimondi è attrice, autrice di teatro e sceneggiatrice.

https://www.facebook.com/anna.raimondi.50

 

Chiara Bentivegna | Play List di YouTube

https://www.youtube.com/playlist?list=PLwBvbICCL566bcD2ITXRwqooZ7mrcjpAj

Chiara Bentivegna è attrice, scrittrice e sceneggiatrice. Di dice di sé: «Le presentazioni mi sono risultate sempre difficili, non so mai cosa dire di me perché mi sperimento in tante cose e sono sempre convinta di non dare mai abbastanza. Di una cosa poi sono certa: noi non sappiamo mai chi siamo, sappiamo solo quello che facciamo. Ecco perché secondo me rimane giusto il dannunziano “Memento audere semper”: bisogna sempre ricordarsi di osare, non rinunciare mai; da troppo tempo non osavo la pubblicazione e per me – che poi in realtà mi sento molto timida e pigra – è una prova. Credo di aver vinto tante paure grazie a questo.»

https://www.facebook.com/haikueretici/

https://www.instagram.com/p/B3hu_YxIuJ5/?igshid=b3fgk4y7hobm

 

Milena Gori | Play List di YouTube

https://www.youtube.com/playlist?list=PLwBvbICCL5648zuawqoXGzXBnJkjtYVCP

Milena Gori è presentatrice, fotomodella e attrice. Dice di sé: «Definirmi attrice credo sia, al momento, un parolone. La mia carriera si può considerare realmente avviata l’estate del 2019, quando sono stata invitata a co-presentare insieme a due eccellenti professionisti il “Kalat Nissa Film Festival”. Uno di questi due professionisti era Roberto Giacobbo, il noto giornalista e conduttore televisivo, autore documentarista e scrittore. Lì ho conosciuto il regista Michele Li Volsi che mi ha fortemente voluto quale co-protagonista del corto “La Forza di Alice”, vincitore del premio “Tulipani di Seta Nera” 2019 e del premio Rai per il Corto 2019. Cortometraggio in concorso per il “David di Donatello” 2020»

https://www.facebook.com/profile.php?id=100012826991796