Perché noi ce la faremo

0
305
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

di Meri Lolini

 

Paolo Massaria legge Steven Renso

Propongo di vedere questo video realizzato da Steven Renso e recitato da Paolo Massaria, dove si possono vedere brevi scorci della nostra vita quotidiana che rappresentano la nostra umanità. Sono le parole che l’accompagnano che ci portano a riflettere in questo momento tragico per tutti noi possibili vittime di questo virus pandemico. Il colore diverso del cielo in questo periodo. Forse ci appare cambiato sotto l’effetto della grande paura, che abbiamo a relazionarci ed incontrarci e tutto ci fa togliere la luce e siamo completamente al buio. Non conosciamo questo virus, non sappiamo come debellarlo, non abbiamo un farmaco certo per curarci. La sola cosa sicura che è spesso mortale. Ogni sera tremiamo ascoltando il nuovo bollettino, che ci informa quanti sono i malati e quanti i guariti e purtroppo quanti sono i decessi. La visione di queste immagini ci vuol regalare anche una speranza di salvezza, considerando questa disgrazia mondiale come un’occasione per rinnovarci e comprendere, che forse abbiamo fatto qualche errore, sottovalutando quello che avevamo. In questo periodo si è palesata in tutta la sua grandezza la nostra fragilità e possiamo riconquistare la nostra capacità di vita, unendoci con le nostre competenze diverse e complementari. In questo momento abbiamo bisogno della sapienza del nostro personale medico e sanitario, abbiamo bisogno di ingegneri capaci di progettare macchinari per respirare, di bravi farmacisti e ricercatori per arrivare al farmaco adatto per curare ed al vaccino per tutelarci sempre da questo COVID19 .È necessaria una coesione politica, per amministrare questo grande impoverimento, dovuto all’abbandono dei posti di lavoro. Abbiamo bisogno di tante mani per cucire le mascherine e produrre i contenitori per i disinfettanti . Tutti insieme dobbiamo dare il nostro contributo in questa lotta mondiale contro questo mostro infetto, che ci sta uccidendo tutti. Solo con tanta buona volontà ed impegno troveremo la forza e la speranza, necessarie a continuare e migliorare la nostra vita. Siamo tutti sotto quel “cielo di colore diverso” e dobbiamo avere anche tanta fede. Papa Francesco il 27 marzo 2020 ha pregato in una Piazza San Pietro deserta, impartendo la Benedizione Urbi et Orbi a Roma ed a tutto il mondo ed anche l’Indulgenza Plenaria. Il 3 aprile alle 18.00 in Piazza della Signoria a Firenze hanno pregato cattolici, ebrei e musulmani alla presenza del Sindaco Dario Nardella. Ogni credente ha pregato a suo modo quel Dio unico, che abbiamo nei popoli diversi. Proprio grazie a questa partecipazione di tutti, sicuramente dobbiamo avere la speranza per pensare: “Perché noi ce la faremo!”

 

Meri Lolini

https://www.facebook.com/meri.lolini

 

 

Previous articleQuartiere e senso di comunità: Volturara Irpina (Av) Intervista a Edmondo Marra, Medico, ex Sindaco, Autore – di Maria Teresa De Donato
Next article#BiondoStreaming, l’attività del Teatro Biondo di Palermo online
Meri Lolini
SHORT-BIO MERI LOLINI Sono nata a Massa Marittima (GR) e vivo dal 1977 a Firenze. Qui arrivai appena diplomata Perito Chimico ed iniziai la mia esperienza di analista chimico prima in laboratorio privato e poi per trent’anni in un laboratorio pubblico. Mi sono occupata del dosaggio dei microinquinanti organici sia in matrici alimentari che ambientali. Successivamente ho conseguito la laurea in Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro. Le passioni che mi hanno sempre accompagnata sono la chimica e la lettura. Dal 2019 sono pensionata. Nel 2014 ho iniziato a scrivere libri che ad oggi sono otto ed una commedia. Questi sono i testi pubblicati: Una goccia nel mare dalla casa-famiglia alla famiglia, ed. Harmakis (gennaio 2014); La passione colora la vita - per non smarrirsi nelle strade buie della depressione, ed. Harmakis (gennaio 2015); Non ci sono più le rondini? Una donna, una storia, ed. Aracne (dicembre 2015); Scegliamo consapevolmente - i tanti aspetti del cibo, ed. Aracne (ottobre2016); Sognando la pace, ed. Aracne (marzo 2017); Parliamo di rifiuti Tipologie Classificazione e Trattamenti, ed. Aracne (ottobre 2017); Il mostro vorace, ed. Aracne (gennaio 2018). Ho conseguito anche dei premi letterari: Attestato al Premio letterario “Caffè tra le nuvole”. Finalista al Premio Letterario IX edizione Casa Sanremo Writers. Una vipera in corpo, ed. Aracne (agosto 2019). Alla luce, commedia teatrale, in collaborazione con Giulia Romolini per la trasposizione teatrale del racconto. Terzo Premio al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 19 ottobre 2019. Dal 2016 scrivo articoli su Class24 che è una rivista online di Orbassano (TO). Di recente ho redatto alcune recensioni a libri pubblicati da altri scrittori italiani. Meri Lolini https://www.facebook.com/meri.lolini http://www.aracneeditrice.it/index.php/autori.html?auth-id=375428