“Un uomo spocchioso” | di Rossana Lo Giudice

0
1708
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

di Rossana Lo Giudice

#iorestoacasa #andratuttobene #aiutiamochiesolo …

Una volta un uomo fu preso per mano dal suo ego spocchioso il quale gli disse : “seguimi, ti porterò lontano verso il successo”.

L’ uomo, da sempre famelico di gloria, non esitò un attimo a fare un passo indietro. In preda ad un “raptus” di umiltà disse alla spocchia : “No, questa volta non voglio seguirti. Cosa sarà di me. Se il successo ancora tenterò di raggiungere non avrò più alcun desiderio da realizzare. Sono profondamente scalfito da questa terribile epidemia del Covid-19”.

La spocchia incalzò con enfasi: “Non ti riconosco. Sei sempre stato accecato dal successo!”

L’uomo così rispose : “Soltanto ora ho capito che esso è fugace. Da questo momento farò entrare nella mia vita soltanto l’amore. L’amore di mia madre, di mio padre, di un amico, soprattutto di una donna meravigliosa che ho sempre trascurato perché avido di gloria”.

Da quel giorno la spocchia sparì come polvere al vento lasciando spazio soltanto all’amore .

 

Chioserei questa breve storiella dicendo quanto segue: anche un cuore arido può diventare fertile attraverso il pianto delle sue lacrime.

Un modo per dire che, a seguito di avvenimenti nefasti, come quello che attualmente viviamo, è possibile diventare uomini migliori.

Sicuramente la mia vuole essere una “lettura” in chiave ottimistica. Ci credo, anzi, spero noi si possa sempre migliorare!

Rossana Lo Giudice

Hashtag:

#rossanalogiudice #iorestoacasa #aiutiamochiesolo #andratuttobene #solitudine #ilmiopensiero #miglioriamoci #resistere #fiducia #consapevolezza #sentimenti #speranza #covid19 #pandemia #coronavirus

 

Previous article“Il tempo delle Emozioni” | di Giorgia Bettaccini
Next articleEterna Tamara de Lempicka: fascino ed arte.
Rossana Lo Giudice
Tenterò di raccontarmi in poche righe! Non so se ce la farò essendo prolissa, senz’altro eviterò di tediarvi riportando per intero il mio Curriculum Vitae! Ho un percorso di studi universitario in campo pedagogico. Sono un’artista eclettica: poeta, scrittrice e musicista. Diplomata in pianoforte al Conservatorio, coltivo altre passioni quali la recitazione, il disegno e la fotografia. Amo l’arte nella sua ineffabile bellezza e poliedricità delle sue espressioni. Scrivo sin da quando ero piccina. Sono una famelica di scrittura: quando la penna guizza sulla carta mentre dita ballerine ne accompagnano il movimento come fosse danza di farfalle, ne sono ben felice. Sempre pronta a catturare emozioni per destarne altrettante a chi mi legge. Cammino sovente con un taccuino in borsa per annotare ciò che scalfisce la mia attenzione, che solletichi la mia ispirazione; “fotografando” squarci di quotidianità. Emozionarmi per emozionare è il mio “modus operandi”. Amante della mia Sicilia e studiosa delle sue tradizioni popolari da alcuni anni mi sono pure cimentata nella scrittura dialettale: fra canti, cunti, novelle e pujsie! Sovente collaboro artisticamente con attori prestigiosi i quali si prestano alla lettura dei miei testi. Amo definirmi un “cantastorie”, un menestrello che intrattiene a corte. Un giocoliere di parole. C’è poi un aspetto di me più intimo e profondo che esprimo attraverso quelli che chiamo “sospiri dell’anima”. Qui racconto il mio microcosmo interiore: le gioie, le lacrime ,le inquietudini e i malumori dello spirito. La mia ineluttabile voglia di scrivere qui diviene un vero canto dell’anima!