“La mia quarantena creativa” | di Rossana Lo Giudice

0
3568
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

di Rossana Lo Giudice

#iorestoacasa #andratuttobene #aiutiamochiesolo …

Come fare a non parlare di Covid-19! Proprio io che sin dagli inizi dell’epidemia “glissavo” sull’argomento per paura e disperazione .

Io, spirito giocoso e birichino, che con i versi sbeffeggio pure l’esistenza!

Menestrello che intrattiene a “corte”; giocoliere di parole che a tutti toglie noia. Proprio io, il “cantastorie”, che canta e cunta ddi la ggenti,ora scrivo sul Corona.

Ebbene sì, il mio estro creativo “sopravvive” grazie al Covid-19!

Dopo i primi giorni in cui sono sprofondata in una voragine d’impotenza, giorni in cui pure l’estro a schifiu finiu (per dirla tutta nel mio dialetto siciliano!) paradossalmente vivo una “prolifica” quarantena creativa.

Se tutto ciò è un modo per esorcizzare il mostro del Coronavirus, perché non farlo. Perché non continuare a scrivere di lui.

Ho dipinto con la fantasia perfino il tetto di casa ritagliandomi un fazzoletto di cielo… disegnato il sole e le stelle.

Ho colorato una parete di azzurro mare e fatto entrare il respiro della vita fra le pareti di casa.

Così facendo ad oggi vivo grazie a questa atipica quarantena creativa!

Rossana Lo Giudice

Hashtag:

#rossanalogiudice #iorestoacasa #aiutiamochiesolo #andratuttobene #solitudine #ilmiopensiero #miglioriamoci #resistere #fiducia #consapevolezza #sentimenti #speranza #covid19 #pandemia #coronavirus

 

Previous articleMA CHISSENEFREGA DELLA CRISI ECONOMICA?
Next articleSu Rai Radio 1 l’inno di speranza “Palermo dai ” di Ignazio Garsia
Rossana Lo Giudice
Tenterò di raccontarmi in poche righe! Non so se ce la farò essendo prolissa, senz’altro eviterò di tediarvi riportando per intero il mio Curriculum Vitae! Ho un percorso di studi universitario in campo pedagogico. Sono un’artista eclettica: poeta, scrittrice e musicista. Diplomata in pianoforte al Conservatorio, coltivo altre passioni quali la recitazione, il disegno e la fotografia. Amo l’arte nella sua ineffabile bellezza e poliedricità delle sue espressioni. Scrivo sin da quando ero piccina. Sono una famelica di scrittura: quando la penna guizza sulla carta mentre dita ballerine ne accompagnano il movimento come fosse danza di farfalle, ne sono ben felice. Sempre pronta a catturare emozioni per destarne altrettante a chi mi legge. Cammino sovente con un taccuino in borsa per annotare ciò che scalfisce la mia attenzione, che solletichi la mia ispirazione; “fotografando” squarci di quotidianità. Emozionarmi per emozionare è il mio “modus operandi”. Amante della mia Sicilia e studiosa delle sue tradizioni popolari da alcuni anni mi sono pure cimentata nella scrittura dialettale: fra canti, cunti, novelle e pujsie! Sovente collaboro artisticamente con attori prestigiosi i quali si prestano alla lettura dei miei testi. Amo definirmi un “cantastorie”, un menestrello che intrattiene a corte. Un giocoliere di parole. C’è poi un aspetto di me più intimo e profondo che esprimo attraverso quelli che chiamo “sospiri dell’anima”. Qui racconto il mio microcosmo interiore: le gioie, le lacrime ,le inquietudini e i malumori dello spirito. La mia ineluttabile voglia di scrivere qui diviene un vero canto dell’anima!